Amy Winehouse, spunta una demo inedita registrata a 17 anni

Una Amy Winehouse mai ascoltata prima d’ora. E’ quella che è possibile sentire in un video su YouTube mentre canta una demo inedita, “My Own Way”, registrata quando era 17enne. A renderla pubblica è stato Gil Cang, produttore musicale londinese, che all’epoca propose alla Winehouse la traccia con l’idea di attirare l’attenzione delle maggiori etichette sull’allora adolescente prodigio.

amy-winehouse_650-430Il video fa notizia nel mondo della musica e tra i fan della cantante britannica, perché quasi tutti i demo incompleti che le sono attribuiti sono stati distrutti dopo la sua morte, avvenuta il 23 luglio 2011, anche allo scopo di impedire la creazione di futuri album postumi.

“Io ed il mio partner creativo James McMillan abbiamo scritto numerose canzoni pop per vari artisti, molti di dubbia qualità. Ma in quegli anni la musica pop attraversò una stagione difficile” ha raccontato Cang al “Camden New Journal”.

“Quando Amy venne a trovarci in studio, ci impressionò sin da subito. Rimanemmo immediatamente colpiti dal suo talento: un momento davvero sbalorditivo”. Dopo la morte di Amy, la Universal ha pubblicato l’album postumo “Lioness: Hidden Treasures”, che però non è stato ben accolto dalla critica. Proprio questi giudizi negativi hanno poi portato l’amministratore delegato della compagnia, David Joseph, ad avere un motivo in più per distruggere i demo incompleti della cantante.

“Ci ho pensato per molto tempo”, ha proseguito Cang. “Ho trovato la demo la scorsa settimana e ho pensato di rilasciarla così che tutti possano ascoltarla”.

,,Essere qui” di Emma conquista il Certificato d’oro: dal 2 marzo sulle radio il nuovo singolo Effetto Domino

“Essere qui”, il nuovo disco di inediti di Emma, ha superato le 25 mila copie vendute ed è quindi Certificato Oro (secondo i dati diffusi oggi da Fimi/GfK Italia). Da venerdì 2 marzo sarà in radio il nuovo singolo di Emma “Effetto Domino”, un brano che parla di sesso con ironia. Prodotto insieme a Luca Mattioni e in uscita su etichetta Universal Music, “Essere qui” è un disco di undici tracce che mostra una femminilità concreta, carnale e ottimista. Senza però perdere il senso della realtà.

emma-marrone-gioia-2016-2Al disco hanno collaborato autori di notevole personalità e musicisti del calibro di Paul Turner, Enrico “Ninja” Matta, Lorenzo Poli, Luca Mattioni, Adriano Viterbini e Andrea Rigonat. Questa la tracklist: “L’isola”, “Le ragazze come me”, “Sottovoce”, “Mi parli piano”, “Effetto domino”, “Le cose che penso”, “Portami via da te”, “Luna e l’altra”, “Malelingue”, “Sorrido lo stesso”, “Coraggio”.

A maggio Emma tornerà dal vivo nei principali palazzetti dello sport d’Italia con “Essere qui Tour” (prodotto e organizzato da F&P Group). Si comincia il 16 maggio dal Palalottomatica di Roma, il 18 poi Emma sarà al Mediolanum Forum di Assago, il 19 al Pala Alpitour di Torino, il 21 al Kioene Arena di Padova, il 23 al Nelson Mandela Forum di Firenze, il 26 al Pal’Art Hotel di Acireale, il 28 al Pala Partenope di Napoli. I biglietti per le date del tour nei palasport, prodotto e organizzato da F&P Group, sono disponibili su TicketOne.it e nei punti vendita abituali.

Emma lancia a sorpresa il nuovo disco “Essere qui”

Emma Marrone ha inaugurato il 2018 con un regalo speciale per i suoi fan. Attraverso un post pubblicato su Facebook la cantante ha infatti annunciato l’uscita del suo nuovo album “Essere qui”, disponibile dal 26 gennaio e anticipato dal singolo “L’isola”. “Mi sono presa il tempo necessario. Il tempo di fare e di disfare, di suonare e di risuonare, di cantare e di ricantare, il tempo per capire. Il tempo per essere felice” le parole di Emma.

C_2_articolo_3115066_upiFoto1FLa copertina di “Essere qui”, che è stata svelata allo scoccare del 2018 sui social network dell’artista, è un’immagine che ritrae Emma per le strade di New York in uno scatto della fotografa internazionale Kat Irlin.
“ESSERE QUI. Si chiama così questo nuovo album. Perché è già tantissimo esistere e fare ciò che amo di più – ha condiviso Emma sui social – ESSERE QUI e avere la possibilità di raccontarmi e di raccontare ed essere scelta e amata da così tante persone, talmente tante che un cuore solo non le può contenere. ESSERE QUI e mostrarlo più che dimostrarlo. ESSERE QUI dove sono sempre stata, su un palco o per la strada seduta su un marciapiede qualunque in un giorno qualunque, guardo l’orizzonte dove tutto inizia per me, senza mai una fine”.
” ESSERE QUI adesso è vostro. In ogni canzone ho messo una parte di me… spero la migliore! Grazie da sempre e per sempre” ha concluso l’artista.

“Il vecchio Morgan è morto”, all’asta tutti i suoi beni: le spiegazioni in un post

Un cambiamento personale e artistico. “Il Morgan che avete conosciuto fino ad oggi è morto”. Lo scrive il cantautore con un post su Facebook in cui annuncia l’intenzione di mettere all’asta gli oggetti che possiede proprio per liberarsi del suo passato. “Chiuso un ciclo di vita, mi preparo ad entrare in uno nuovo fatto di musica nuova, voce nuova, corpo nuovo, stile nuovo”, dichiara Marco Castoldi in arte Morgan.

Morgan_1“Per compiere questa metamorfosi – spiega – abbandono definitivamente tutto quello che appartiene al mio passato, al mio vissuto artistico, alla mia ‘immagine’, al mio feticcio: metto all’asta – annuncia – tutto quello che ho intorno, dentro casa, nei cassetti, negli armadi, negli scaffali, nelle librerie; gli oggetti, gli strumenti, le carte, i vestiti e ogni altra cosa che mi possa ricordare chi o cosa ero. Me ne libero”.
Morgan dice di voler consegnare personalmente gli oggetti che metterà all’asta. “Chiunque si aggiudicherà un oggetto – scrive su Facebook – lo riceverà direttamente a casa mia, consegnato dalle mie mani, brevi manu come si dice in latino, lo accoglierò in modo del tutto informale e privato, potrà conoscermi, vedermi al lavoro, parlarmi, se lo gradirà gli offrirò un caffè, se vorrà farà una foto”. Insomma potrà entrare “nel nuovo mondo di Morgan”. “Ci saluteremo dicendoci: “arrivederci/dammi la mano e sorridi…”, conclude il cantautore.

Regali di Natale? Prendi spunto dai vip

Indietro coi regali? Se ti serve un’idea diversa prendi spunto dai vip: anche la classica tshirt acquista valore se ad indossarla è stato il cantante preferito di chi la riceve.
Ecco una nostra selezione di regali per LUI, che hanno a che fare coi personaggi famosi. Musica, televisione, sport… ce n’è per tutti i gusti. Ed è tutto acquistabile online.

C_2_box_49991_upiFoto1FSe avete voglia di regalare scarpe, date un’occhiata ai piedi di Jeremias Rodriguez e Gabriel Garko. Il fratellino di Belen ha scelto delle stringate Low Brand dai lacci rossi che non passano inosservate. Stesso dicasi per le sneakers Philipp Plein con teschio di Garko.

Morto Johnny Hallyday, icona del rock francese

È morto questa notte Johnny Hallyday, una delle icone della musica francese. Il cantante e attore, scrivono i media locali, si è spento a 74 anni. Nel marzo scorso la rockstar aveva rivelato di avere un cancro ai polmoni. Ad annunciare la morte del cantante è stata sua moglie Laeticia in un comunicato affidato all’agenzia Afp. «Johnny Hallyday se ne è andato – ha scritto la donna -. Scrivo queste parole senza crederci. Ma a ogni modo è così. Il mio uomo non c’è più. Ci ha lasciati stanotte così come ha vissuto per tutta la sua vita, con coraggio e dignità».

FILE PHOTO: French singer Johnny Hallyday waves to fans attending a ceremony to promote his new album "Jamais seul" (Never alone) at the Virgin Megastore in Paris early March 28, 2011. REUTERS/Charles Platiau/File Photo - RC1D5894A250

Un mese fa, scrive ‘Le Mondè, l’artista era stato ricoverato per problemi respiratori e dopo sei giorni passati nella clinica Bizet a Parigi, aveva deciso di tornare a casa, a Marnes-la-Coquette. Johnny Hallyday, pseudonimo di Jean-Philippe Smet, era nato il 15 giugno 1943 a Parigi da padre belga e madre francese. Iniziò la sua carriera negli anni ’60 e in patria è considerato uno dei più grandi artisti dell’industria discografica. In una nota pubblicata stanotte, il presidente francese Emmanuel Macron ha espresso il suo cordoglio per la morte del cantante. «Tutti ci portiamo dentro qualcosa di Johnny Hollyday» ha detto Macron. In oltre 50 anni di carriera, Hallyday ha venduto oltre 100 milioni di dischi, sfornando successi come ‘Ma guelè, ‘Oh, ma jolie Sarah’ e ‘Que je t’aimè.

Annalisa Minetti di nuovo incinta, qualche mese fa l’aborto spontaneo

Mesi dopo il dramma della fine della gravidanza Annalisa Minetti non si è fatta abbattere, è ripartita da Tale e Quale show come concorrente e ora può sorridere: è di nuovo incinta, aspetta una bimba e si chiamerà Elena.

annalisa-minetti-jpgLa musica, lo sport e lo spettacolo. E ora anche la famiglia. Annalisa Minetti è un fiume in piena, non si arrende mai e riparte sempre con maggiore forza. Sposata con Michele Panzarino dal 2016, diventerà mamma per la seconda volta.
Nove anni fa nacque il suo primogenito Fabio, ora aspetta una femminuccia che si chiamerà Elena in onore della suocera.

Guerra aperta tra Fedez e Levante, il rapper attacca: “Fa la buonista ma…”

Non sembra migliorare il clima tra i giudici di XFactor Fedez e Levante. Dopo lo scontro in diretta al quarto Live Show di X Factor11 in cui la cantautrice ha accusato il rapper di esprimere “opinioni da bar”, ancora scintille tra i due giudici. Fedez ha postato un video del day time del talent su Twitter in cui torna ad attaccare Levante.

a3-4“Io dico: perché recitare la parte della buonista che fa fatica ad esprimere delle critiche al tavolo dei giudici – dice nella clip il rapper – quando poi fuori dalla gara uno deve fare le facce schifate perché sente un ragazzo di 19 anni cantare? Quando, anche no, è un po’ poco rispettosa”.
Levante nei giorni scorsi si è invece sfogata su Instagram dopo l’eliminazione di Camille. “Fino alla fine – scrive – ho sperato fosse un brutto sogno, invece no, la realtà ci ha tagliato in mille pezzi… perché oggi sono onestamente a pezzi rispetto a un tavolo che ieri non ha salvato la musica ma ha fatto i propri interessi”.
“Io – continua – ho sempre applaudito dinanzi al bello e continuerò a farlo, che appartenga alla mia squadra o alla squadre degli altri giudici. Quando Morandi ha pronunciato il nome di Rita, ingenuamente ho creduto che le ragazze fossero salve perché Camille meritava di passare il turno (ovvio, sostengo la mia squadra). È un gioco, ma ieri – sottolinea – la musica ha perso in favore di una parte di show che, per quanto mi riguarda, è stata dolorosa: le strategie”.
Poi torna a parlare di Rita: “I fischi contro una ragazza di 20 anni che ha, forse, la colpa di disattendere le aspettative altrui non sono giusti. Non fischiate i politici disonesti, gli assassini, gli evasori, la mancanza di gentilezza… fischiate una ragazza di 20 anni che non ha fatto nulla se non farci sognare quel giorno di settembre per poi non reggere il peso delle nostre aspettative. Stiamo accanto a Rita che ha bisogno di tanto supporto… la gogna mediatica no – conclude Levante -siamo più intelligenti di tutto questo”.

Tiziano Ferro da Fazio: “Con la musica ho capito me stesso, questo mestiere mi ha salvato”

«Mi piacerebbe fare il giudice di un talent musicale, ma credo di corrispondere più al target medio di pubblico e sarei troppo poco severo con gli aspiranti musicisti». Tiziano Ferro, ospite di Fabio Fazio a ‘Che tempo che fa’ su RaiUno, non si limita certo a parlare del suo ultimo album, ‘Il mestiere della vita’, che aveva già presentato nella stessa trasmissione l’anno scorso, e nemmeno della nuova versione ‘Urban vs. Acoustic’.

23756173_10155929734404732_847117507_n_19210608Tra le collaborazioni illustri nell’album troviamo Carmen Consoli, One Republic e Levante, ma il cantante pontino racconta anche della propria vita al di là della carriera musicale.
«Quando ho fatto salire Francesco Totti sul palco dello stadio Olimpico durante mio concerto è stato emozionante: lui non voleva salire, ma poi siamo riusciti a convincerlo. Lui è l’esempio della possibilità di arrivare in alto partendo da zero», racconta Tiziano Ferro. Che poi parla di gratitudine verso i fan e verso la vita: «La musica mi ha salvato perché mi ha costretto a guardarmi allo specchio, se non avessi fatto il cantante sarei rimasto chiuso in alcune piccole gabbie personali».

“Verissimo”, Al Bano: “Sono ancora assieme a Loredana Lecciso”

Alla conduttrice Silvia Toffanin, il cantante si confida apertamente sulla sua vita privata. E annuncia: “La fabbrica dei figli è chiusa”
“Sto vivendo una fase eccezionale con Loredana Lecciso.

C_2_articolo_3096369_upiImageppLei è molto più saggia e colta di quello che gli altri possono pensare”. Lo ha detto Al Bano, ospite della puntata di “Verissimo” di sabato 23 settembre. Il cantante si confida su Loredana: “Eravamo arrivati a un passo dal dirci addio, ma onestamente né io né lei abbiamo avuto la forza di separarci”. E specifica: “In nome dei nostri figli, e non solo per quello, siamo ancora insieme”.
Il “leone di Cellino” parla anche della sua ex-compagna Romina Power e dice: “Ho accettato con grande dolore che Romina se ne andasse. In quel periodo ho mangiato veleno”. E alla domanda della conduttrice Silvia Toffanin che gli chiede se abbia mai pensato di farla finita, risponde: “Devo confessare che qualche volta ho avuto un brutto pensiero, ma poi mi sono detto che ero scemo”.
Anche con l’ex moglie, dopo la tempesta della separazione e gli anni di silenzio, sembra essere tornato il sereno. A tal proposito confida: “Io e Romina abbiamo trovato un bel modus vivendi attraverso la musica. L’amore può finire, ma il rispetto no e noi abbiamo recuperato il nostro rapporto”. E chiosa: “Siamo una coppia molto ben affiatata sul palco. Lei ha fatto le sue scelte e io le ho accettate”.
Infine, Al Bano – che afferma: “La fabbrica dei figli per me è chiusa” – sembra pronto, invece, per avere tanti nipotini: “Non vedo l’ora di diventare nonno, ma non ci sono avvisaglie”.