Arrestata Rose McGowan, la prima accusatrice di Weinstein

Arrestata per possesso di droga e poco dopo rilasciata con il pagamento di una cauzione di 5mila dollari. E’ successo il 14 novembre a Rose McGowan, l’attrice che per prima e in maniera più agguerrita, ha denunciato gli abusi del produttore Harvey Weinstein. Il mandato di arresto era stato ottenuto dal dipartimento di polizia dell’autorità aeroportuale di Washington, lo scorso febbraio, dopo che, ad un controllo bagagli dalla donna, era emerso il ritrovamento di tracce di cocaina.

streghe-rose-1024x633La McGowen si è costituita personalmente al dipartimento di polizia di Loundon County in Virginia che si trova sotto la giurisdizione del Dulles International Airport, da cui è partito il mandato di arresto.
La notizia era diventata pubblica lo scorso ottobre, nelle giornate cruciali della vicenda Weinstein e in quell’occasione la McGowan aveva postato su Twitter: “Stanno tentando di farmi stare zitta?”.
L’attrice, accusatrice principale di Harvey Weinstein, ha dichiarato di essere stata violentata dal produttore nel 1997, in un hotel di Park City durante il Sundance Film Festival. Weinstein ha sempre negato che il rapporto non fosse consensuale, ma il Times ha divulgato la notizia di un accordo economico fra i due.
L’attrice in ottobre parlò pubblicamente dell’incidente alla Women’s Convention di Detroit. “Sono stata messa in silenzio per 20 anni – disse in quell’occasione – sono stata minacciata e denigrata, sapete cosa? Sono una di voi”. Qualche giorno dopo, nel pieno dello scandalo Weinstein, il regista Robert Rodriguez dichiarò di aver voluto la McGowan nel suo film “Grindhouse” proprio in seguito al racconto della donna delle violenze subite e, in conseguenza di quella sua decisione, di essere stato ostacolato in ogni modo dall’allora ancora potente Weinstein.

“Mi hai fatto finire in un mondo di droga e abusi”, le ultime parole choc della fidanzata di Jim Carrey

«Mi hai fatto finire in un mondo di cocaina, prostituzione, malessere, abusi hai fatto anche tante cose belle per me, e di quelle te ne sono grata. Ma da quando sono con te ho smesso di essere la persona che ero, Jim». Sono queste le parole choc scritte da Cathriona White, fidanzata di Jim Carrey, due anni prima della sua morte.

jim_carrey_and_cathriona_white-e1443559883554Sono parole dure, riportate dal giornale Daily Mail, che sembrano puntare nuovamente i riflettori sul giallo sella scomparsa della giovane donna. Cathriona fu considerata suicida, uccisa da un’overdose di farmaci, ma nel corso dei mesi successivi sono venute fuori diverse ipotesi che vedevano il noto attore coinvolto in quello che ha preso ormai le tinte di un giallo.
Carrey ha sempre negato ogni colpa, dicendo che probabilmente la sua donna si era uccisa per il senso di colpa, dopo che due anni prima li aveva estorta del denaro e perché era sconvolta da un messaggio che la madre le aveva mandato prima di morire. Nella lettera però ci sono parole molto forti che fanno pensare che le cose tra loro fossero molto peggio di come raccontato: «Mi hai buttato via dopo aver preso quello che ti serviva. Non hai pensato allo stigma in cui devo vivere per il resto della mia vita, non ti sei scusato né hai chiesto che cosa potessi fare. Mi hai attaccato il tuo HSV e HPV, ora voglio le tue scusa. Voglio che tu capisca che per quanto ti sembri una piccola cosa, rovina la vita di una ragazza».

Usa, 17enne tenta il suicidio dopo mesi di sesso con la sua prof: “Mi ha usato”

La sua sorte è appesa a un filo sottilissimo. Jill Lamontagne, 29enne professoressa della Kennebunk High School nel Maine, in Usa, vive ore d’ansia in attesa dell’esito dell’inchiesta aperta su di lei per abusi sessuali su un minorenne da quando un suo studente 17enne, dopo aver tentato di suicidarsi, ha rivelato la lunga relazione a base di sesso che li legava e che lo aveva portato a innamorarsi perdutamente nonostante si sentisse in qualche modo “usato”. Jill, che nel frattempo è stata collocata in congedo dalla scuola e ha ricevuto l’ordine di non avvicinare più in alcun modo lo studente, non si era fatta scrupolo di attirare il ragazzo nella sua rete e di sfruttare ogni occasione per fare sesso in qualunque posto fosse possibile: in macchina, a scuola, persino a casa sua, nonostante fosse sposata e madre di due figli.

jill1-e1498751602865Lei gli raccontava di non avere rapporti sessuali con il marito da due anni, lui si innamorava sempre più, anche se nel frattempo cominciava a sentirsi usato, senza però riuscire a staccarsi da lei proprio perché la amava. Una situazione che alla fine il ragazzo non ha retto più e che lo ha portato a tentare di suicidarsi all’inizio di giugno ingerendo un gran quantitativo di pillole: sperava nel grande amore, invece alla fine la prof aveva scelto la propria famiglia e lui era caduto in depressione. Ora, dopo essere stato salvato per un pelo, e dopo che la madre ha scoperto il suo diario al quale affidava i suoi tormenti, ha vuotato il sacco, dicendo prima di averlo fatto per una ragazza e raccontando poi tutti i dettagli della vicenda, confermando così tutte le voci che da tempo si rincorrevano sul conto del loro amore proibito. Ora la polizia sta indagando sul caso e Jill rischia grosso: il supervisore scolastico Katie Hawes ha informato i media locali che la docente, in servizio da cinque anni, potrebbe essere licenziata se venisse incriminata. Il suo futuro resta appeso a un filo.

La svolta moralista di YouTube Censura di clip e filmati sexy …

Scene h0t etero e saffico, di abusi di droghe e una masturbazione fin troppo esplicita: così la sexy cantante svedese Tove Lo, al secolo Ebba Nilsson, ha costretto il network Vevo a sottostare alle dure politiche di YouTube per quanto riguarda i contenuti a sfondo sessuale.

m_bq77

La cantante 29enne, per promuovere il nuovo album, ha infatti diffuso un videoclip di oltre mezz’ora in cui varie scene in cui è protagonista accompagnano una presentazione di alcuni brani inediti. Poche ore dopo il caricamento, il video è stato oscurato da YouTube e, successivamente, impostato in modo da essere visibile solo ai maggiorenni. Per poterlo vedere, quindi, occorre avere più di 18 anni e accedere con un account Google.
Nel video non ci sono scene di nudo, ma il sesso, più o meno spinto, è evidente. Si passa da un bacio con una donna alla scena finale in cui Tove Lo si masturba, giudicata troppo esplicita da YouTube. La cantante, però, si difende su Twitter: «Hanno censurato il video per i contenuti sessuali, il bello è che non sono mai nuda».

Brad Pitt-Angelina Jolie, parlano le tate: “Nessun controllo sui figli, non vanno neppure a scuola”

Arrivano nuove scottanti rivelazioni sul divorzio dell’anno, quello tra Brad Pitt e Angelina Jolie. Questa volta a parlare sono le tate, che al Daily Mail hanno raccontato il folle menage familiare dell’ex coppia d’oro di Hollywood, che ha ben sei figli tra biologici e adottati. Tra i dettagli più inquietanti un coltello regalato a Maddox  quando avevo solo 7 anni, inoltre tutti i figli non frequentano la scuola con regolarità e corrono per casa a qualsiasi ora del giorno e della notte.

C_2_fotogallery_3005140_3_image

Indiscrezioni che si aggiungono ai numerosi rumors che da giorni stanno travolgendo i Brangelina. L’Fbi sta infatti raccogliendo informazioni sul presunto abuso di Pitt su uno dei figli, mentre erano a bordo di un jet privato la settimana scorsa.
“Per quanto riguarda le accuse di un episodio avvenuto su un aereo all’interno della giurisdizione degli Usa che trasportava lui e i suoi figli, l’Fbi sta continuando a raccogliere dati e valuterà se aprire un’inchiesta a livello federale” ha confermato il Bureau alla Bbc.
A svelare l’incidente è stato il sito di gossip Tmz, affermando che l’attore sarebbe accusato di aver commesso abusi verbali e fisici su uno dei bambini e che proprio questo sarebbe il motivo della richiesta di divorzio da parte di Angelina.
Intanto, l’esercito di bambinaie delle due star (per lungo tempo sono state sei contemporaneamente) ha raccontato nei dettagli l’anarchia a casa Jolie-Pitt. Tutti i figli vanno a scuola il minimo indispensabile, senza frequentarla regolarmente. Una ex tata ha inoltre rivelato che i due più grandi in particolare, Maddox e Pax, hanno un “cattivo temperamento”. Mentre la figlia Siloh, che adesso ha dieci anni, si vuole vestire da uomo da quando ne ha tre e “si fa chiamare John”.
Maddox, inoltre, all’età di nove anni avrebbe bevuto del vino e guidato un auto dentro alla residenza di famiglia, mentre a sette anni aveva già ricevuto in regalo il suo primo coltello da tasca dalla Jolie. “Mia madre me ne ha comprato uno quando avevo 11 o 12 anni – ha spiegato l’attrice – Per questo ne ho già preso uno per Maddox”.
Tra i due attori il meno permissivo sarebbe stato Brad, ma una delle tate ha rivelato che in casa regna il caos e che entrambe le star “non hanno alcun controllo dei figli”. “Nel mezzo della notte corrono come matti per tutta la villa – ha precisato – cercando di svegliare i genitori e di infilarsi nel loro letto”.