Chiara Ferragni, vacanze hot a Miami: il reggiseno birichino scompare…

MIAMI – Continuano le vacanze d’amore di Chiara Ferragni e Fedez a Miami. La fashion blogger e il rapper documentano ogni passo con foto e video sui social.

1486145078487.JPG--mangia_sushi_senza_reggiseno__chiara_ferragni_regina_di_instagram

E questa volta ad attirare l’attenzione dei fan è uno scatto hot dell’influencer più famosa del mondo. Nell’immagine pubblicata su Instagram, Chiara è pronta per lanciarsi nella Miami by nigth, con un outfit da capogiro. La fashion blogger, amante del nude look, indossa un top trasparente senza reggiseno, che mette in evidenza le sue forme hot. A coprire i capezzoli, due stelline, che rendono l’outfit ancora più eccitante…
In poche ore la foto ha fatto il giro del web, superando i 145mila like.

Le giornaliste di Vogue contro le fashion blogger: “Trovatevi un lavoro vero, siete la morte dello stile”

E’ scontro aperto tra le giornaliste di Vogue e le fashion blogger, aspramente criticate al termine della Milano Fashion Week. Al termine della settimana della moda milanese, infatti, sul sito di Vogue è apparso una sorta di report della manifestazione redatta dagli editor e nel quale vengono screditate le fashion blogger che hanno partecipato: “È una situazione schizofrenica, e non può essere positivo – scrive Sally Singer, Direttore Creativo Digitale del sito Vogue -. Nota per i blogger che cambiano da testa a piedi i loro outfit sponsorizzati ogni ora: Finitela. Trovatevi un altro lavoro.

Zanita-6

State dichiarando la morte dello stile”.
Come se non bastasse, si unisce alla critica anche Sarah Mower, Capo Critico dell’edizione online di Vogue: “Hai ragione Sally, la categoria dei Blogger, inclusi i fotografi di street style che le aspettano e adorano, è orribile. Ma ancor di più, è patetico come queste ragazze corrano continuamente su e giù per le sfilate, nel traffico, addirittura rischiando di essere investite, solo nella speranza di farsi fotografare”.
Rincara la dose Nicole Phelps, Direttrice di Vogue Runway: “Non è triste solo per queste ragazze che si pavoneggiano per i fotografi. È stressante, in egual misura, vedere quanti marchi partecipino al fenomeno accrescendolo”.  Un attacco coordinato e sincronizzato: come risponderanno le fashion blogger a tutte queste critiche?