U&D, Mattia Marciano e Vittoria Deganello: “Per lei ho lasciato la trasmissione. Ora una famiglia”

Sono felice di come siano andate le cose, non potevo desiderare una conclusione migliore per il mio trono!”. Non si pente della sua scelta l’ex tronista Mattia Marciano, che ha lasciato anzitempo” Uomini e donne” dopo aver conosciuto la corteggiatrice Vittoria Deganello: “Invece no – ha spiegato a “Vero” – non appena ho capito che la mia scelta sarebbe stata Vittoria, ho preferito non indugiare oltre.

Mattia-Marciano-e-Vittoria-DeganelloLo so che altri al posto mio avrebbero preferito restate in trasmissione per farsi vedere in televisione, ma per me non è stato affatto così. Il mio obiettivo, a Uomini e donne, era quello di trovare la donna giusta per me e non appena mi sono reso conto che Vittoria era la persona che stavo cercando, ho fatto di tutto per non lasciarmela sfuggire. Anche perché vedevo Vittoria in difficoltà, era palese che tra di noi fosse nato un bel sentimento e non aveva senso far finta di nulla”.
I primi giorni di fidanzamento non l’hanno deluso (“Come in una favola, sono stati bellissimi. Io ho iniziato a conoscerla gradualmente il suo mondo e lei è entrata nel mio. Ho avuto modo di incontrare le persone a lei più care e devo ammettere che mi hanno fatto un’ottima impressione”) e non mancano progetti di lungo periodo: “Non vedo l’ora di poter costruire con lei una bella famiglia tutta nostra. Credo che una persona nella vita possa ricevere grandi soddisfazioni nella sfera professionale, ma sono i traguardi raggiunti sul fronte privato a dare senso alla nostra esistenza”.

Gianni Sperti si laurea in Economia, a 44 anni realizza il suo desiderio

Un grande traguardo raggiunto per Gianni Sperti, ex ballerino, opinionista di “Uomini e Donne”, che a 44 anni ha conseguito la laurea all’Università telematica Pegaso in Economia Aziendale.

3381172_2036_gianni_sperti_768x526Dopo le scuole superiori aveva interrotto il suo ciclo di studi per dedicarsi alla danza, oggi che la sua carriera come ballerino è archiviata ha voluto portare a termine il suo altro sogno, la laurea. Oggi Gianni lavora come opinionista in televisione, sempre accanto a Tina Cipollari e Maria De Filippi. Felice della sua nuova carriera ha voluto però colmare una piccola mancanza, con la laurea, che è finalemente arrivata.

La moglie di Brizzi: “Difendo Fausto, è tribunale mediatico. Sono barricata in casa con mia figlia”

«Mi addolora molto ascoltare le accuse rivolte a Fausto perché non corrispondono in nessun modo alla persona che conosco, pur nutrendo il massimo rispetto per le donne che si sono sentite ferite»: rompe il silenzio Claudia Zanella, moglie di Fausto Brizzi, il regista romano accusato di molestie sessuali da diverse attrici e modelle.

claudia-zanella-fausto-brizzi-libro-01-@-twitter

Parla di «tribunale mediatico». «Gli sono vicina – scrive – perché così avviene tra una moglie e un marito quando si affrontano periodi difficili. Sono barricata in casa e non posso nemmeno portare mia figlia al parco: anche questa può essere considerata violenza sulle donne».
Al settimanale Oggi che per per primo aveva parlato della presunta crisi coniugale per la coppia formata dal regista di Notte prima degli esami e dalla Zanella, attrice e madre di una bambina spiega: «Girano molte voci e tali sono per me. Mia madre non sta bene e questa è la mia priorità ora».
LA LUNGA LETTERA «Ho iniziato a fare l’attrice a 11 anni, oggi ne ho 38. In questi anni mi è capitato di sentire di tutto, racconti di molestie di produttori su attori e attrici, abusi di potere da parte di registi e casting (uomini e donne), avance ricevute poco gentili e decisamente fuori luogo. Ho anche conosciuto attori e attrici alla ricerca di notorietà a tutti i costi»: inizia così il testo scritto da Claudia Zanella per esprimere vicinanza al marito Fausto Brizzi, nell’occhio del ciclone per lo scandalo molestie. «Se buona parte di tutto ciò che ho sentito ed è circolato nel nostro mondo fosse vero, da essere umano profondamente rispettoso del prossimo, ne sarei profondamente disgustata. Però – precisa l’attrice – deve esserci una distinzione: davanti alla violenza o all’abuso dobbiamo correre dai carabinieri e denunciare; davanti ad un approccio non gradito, invece, dobbiamo rispondere con un secco ‘no’, e andarcene, come ho fatto io stessa molte volte in questi anni nell’ambiente del cinema, della televisione e della moda», scrive ancora, prima di ribadire il concetto: «Si può e si deve dire di NO davanti a una avance di un produttore o di un regista importante, se questo non ci piace. Perché la carriera si costruisce con il talento, lo studio, l’impegno, non a letto».
Le pesanti accuse rivolte a Brizzi in tv e sui giornali negli ultimi giorni hanno compromesso la sua reputazione e comportato la cessione delle quote che deteneva nella società di produzione cinematografica Wildside e la presa di distanza nei suoi confronti da parte della Warner Bros. Entertainment Italia che lo ha cancellato dalla promozione del suo film di Natale ‘Poveri da ricchissimi’, manifestando l’intenzione di non lavorare più con lui in futuro. Ma soprattutto hanno turbato la sua pace familiare, un anno e mezzo dopo la nascita della sua prima figlia Penelope Nina.
Claudia Zanella racconta le sue sensazioni più private dopo questo terremoto che ha sconvolto la sua vita: «Mi addolora molto ascoltare le accuse che sono state rivolte a Fausto – scrive – perché non corrispondono in nessun modo alla persona che conosco, pur nutrendo il massimo rispetto per le donne che si sono sentite ferite. Mi spiace anche perché a prescindere dal fatto che l’imputato in questo tribunale mediatico sia mio marito, non trovo affatto corretto per nessuno essere descritto come il peggiore dei criminali».
«Mio marito – scrive ancora – ha ribadito, più volte, di non aver mai avuto rapporti non consenzienti. In questo momento gli sono vicina perché così avviene tra una moglie e un marito quando si affrontano periodi difficili. Queste accuse formulate in tv, nei salotti televisivi di trasmissioni di gossip, senza nessuna garanzia, possono distruggere la carriera di un uomo, il suo matrimonio e la sua esistenza. Se mio marito ha avuto rapporti con altre donne nel corso del nostro matrimonio, voglio parlarne da sola con lui, nel nostro privato, come è giusto che sia. Devo capire se come moglie mi ha mancato di rispetto. Sono madre di una meravigliosa figlia femmina, e devo esserle di esempio».
Infine un appello al rispetto della privacy della famiglia, in linea con quanto dichiarato dal primo minuto dal regista che aveva invocato il massimo rispetto per la moglie in particolare. «Sono barricata in casa da 5 giorni e non posso nemmeno portare mia figlia di un anno e mezzo al parco, perché sotto al nostro portone ci sono giornalisti e paparazzi a qualsiasi ora del giorno e della notte. Anche questa – conclude – può essere considerata violenza sulle donne: in questo caso io e mia figlia».
IL CASO E LE TESTIMONIANZE CHOC Intanto, però, dopo le dieci testimonianze raccolte – e messe in fila in una sequenza choc – dalle Iene contro Brizzi (quasi tutte anonime, tranne quelle dell’ex Miss Italia Clarissa Marchese e della modella Alessandra Giulia Bassi), si allunga la lista delle donne che puntano il dito contro il regista. In particolare, è la tatuatrice Vanya Stone a raccontare a ‘Grazia’ la storia di un provino trasformatosi in abuso: e i dettagli – il loft, l’invito a spogliarsi, la proposta di un massaggio, gli approcci sempre più pesanti – ancora una volta sembrano ripetersi.
E sempre ‘Grazia’ ha raccolto la testimonianza di Rossella Izzo, che racconta il disagio provato da alcune allieve dell’accademia di recitazione Actor’s Planet, invitate dal docente Brizzi nel suo studio per parlare, fare provini e per consigli come essere ‘disposte a tutto’. «Abbiamo allontanato lui e anche altri», assicura Izzo.
Dalla parte di Brizzi, in una vicenda lacerante che fa discutere in questi giorni l’Italia, si schiera Vincenzo Salemme: «Io conosco Fausto benissimo e mi sembra tutto talmente assurdo che, mamma mia… questa vicenda mia veramente sconvolto». Con il regista l’attore ha lavorato soltanto nel film ‘Ex’, «ma lo conosco – assicura – è una persona perbene. Sentire quelle cose è stata una cosa sconvolgente».
Gerry Scotti, invece, invita le donne a denunciare con forza: «Adesso avete in mano il pulsante, non dovete perdonare nulla: denunciate subito, non permettete a nessuno di farla franca, tanto più se chi vi sta di fronte è qualcuno che approfitta della situazione», dice rivolto alle studentesse universitarie che affollano la conferenza stampa del suo nuovo programma, The Wall.
«Non è mai troppo tardi per denunciare» violenza e molestie, tuona da Taormina la commissaria europea per la Giustizia e la parità di genere, Vera Jourova, parlando del caso Weinstein con l’ANSA a margine del G7 sulle Pari opportunità. «È molto preziosa», sottolinea, la mobilitazione ‘MeToo’ che sta dilagando sui social. «Le donne hanno avuto il coraggio di portare alla luce le loro storie personali. Finalmente ci rendiamo conto di quanto sia vasto questo problema».

“Maria Express” riparte con la terza edizione

Tutto è pronto per la terza edizione di “Maria Express”, il primo reality creato dal web per il web. Nato da un’idea di Trash Italiano e prodotto da Show Reel sarà condotto per il secondo anno consecutivo dall’attore Andrea Dianetti. L’appuntamento settimanale con la web series sarà la domenica, a partire dall’1 ottobre, alle 21 e sarà trasmessa sul profilo Facebook di Trash Italiano.

C_2_articolo_3097099_upiImageppDopo il successo della scorsa edizione con oltre 62.000 tweet e più di 127 milioni di impression, dunque, si riparte. Come per le precedenti edizioni ci saranno 4 coppie di concorrenti che si sfideranno per le strade di Roma tra prove e insidie e, con soli 2 euro in tasca, senza cibo o trasporti pubblici, dovranno raggiungere gli Studi Elios per vincere l’incontro con Maria De Filippi.
Il viaggio sarà suddiviso in sette prove da dover superare per poter andare avanti nel gioco, le cui tematiche sono ispirate a programmi televisivi appartenenti a un conduttore di punta della televisione italiana, come ad esempio Alessia Marcuzzi, Olga Fernando, Paolo Bonolis e tanti altri. I concorrenti di quest’anno sono Adriano Bettinelli e Martina Pinto (I #PRECARI), Dario Spada e Denise D’Angelilli (I #RIBELLI), Domenico Naso e Grazia Sambruna (I #GIORNALAI), Gian Maria Sainato e Marco Marfella (GLI #OPPOSTI).
Ma non finisce qui, questa nuova edizione vedrà come ospiti d’eccezione il duo speciale Leonardo Decarli e Martina Dell’Ombra (I #FUORIGIOCO), i quali svolgeranno una sfida parallela a quella principale.

“Cherry Season”, su Canale 5 torna la soap rivelazione

Su Canale 5 torna “Cherry Season – La stagione del cuore”, la soap opera turca rivelazione del 2016 accolta da numeri record nella scorsa stagione: una media di oltre 2 milioni di telespettatori con puntate che hanno superato il 25% di share. A partire dal 5 giugno, dal lunedì al venerdì alle ore 14.45, saranno in onda i nuovi episodi in prima visione. Le vicende girano intorno alla tormentata storia d’amore tra la stilista Öykü Acar e l’architetto Ayaz Dinçer.

C_2_articolo_3075115_upiImagepp (1)Il fenomeno dalla televisione si è allargato anche on-line. La soap è stata, infatti, uno tra i prodotti seriali più seguiti anche sul portale “Mediaset on demand”. Online sono nati centinaia di blog dedicati alle vicende dei protagonisti, tra migliaia di like sulle pagine Facebook e le discussioni nate sui social riguardo alla serie.
Lo scorso anno abbiamo lasciato i due protagonisti, Oyku e Ayaz, durante una vera e propria fuga d’amore destinata alle nozze. Riusciranno i due ragazzi a coronare il loro sogno d’amore?

“In Russia, il figlio segreto di Claudio Villa”

ROMA – “Quando io nell’89 andai in Russia, non sapevano neanche che Claudio Villa era morto, l’ho detto io. C’era una chiusura di stampa e televisione. Quindi chissà come l’avrà saputo il figlio…”.

Manuela-Villa-Foto-da-video1

Manuela Villa a Domenica Live commenta la notizia di un presunto figlio “segreto” di Claudio Villa: si tratterebbe di un ingegnere russo di 52/53 anni.
A dare la notizia era stata pure la vedova di Villa.
i figli di Claudio Villa, Claudio jr. e Manuela andranno a cercarlo?
“Non andiamo a disturbare le persone che non vogliono essere disturbate”.

“Ho rischiato di perdere il mio bambino perché cieca”, Annalisa Minetti choc in diretta dalla D’Urso

Annalisa Minetti, ospite di “Domenica Live”, presenta al pubblico di Barbara D’Urso il suo secondo marito Michele Panzarin e il libro “Rinasco”. La cantante racconta in televisione che è rinata dopo l’incontro con il suo fisioterapista che è diventato suo marito e ha dovuto lottare per l’affidamento del figlio Fabio, di otto anni.

Annalisa-minetti-cantante-586x436

 

Per Annalisa Minetti è stato difficile sentirsi dire che la sua cecità era un pericolo per il suo bambino, avuto con l’ex marito Gennaro Esposito. Rischiava di non poterlo crescere perché in molti credono che i non vedenti non siano persone autonome. Annalisa ha scritto tutto nel suo libro e in studio si è commossa pensando alla sua storia di madre.
Il nuovo marito rappresenta un uomo estremamente importante e che, tra le tante cose, l’ha anche aiutata ad affrontare dei momenti difficili, tra cui una bruttissima tendinite che l’aveva colpita. Michele è arrivato anche al momento giusto.

Mamma Belen canta, Santiago è critico: “È bravissima, ma…”

“Ma canta in spagnolo”: appare sorpreso Santiago De Martino nell’ascoltare la mamma Belen Rodriguez. In un video diffuso sul profilo Facebook della showgirl argentina il bambino dimostra di apprezzare le doti canore della mamma, ma disapprova la lingua scelta per un brano eseguito in televisione.

15740757_1119136038208634_757960481471252429_n

Il post è accompagnato dalle parole di Belen che dice di essere fiera del suo piccolo ometto. Il piccolo intento a giocare con il cellulare risponde alle domande di un’amica: “Canta benissimo, ma come è possibile che canta in spagnolo. A me piace quando canta in italiano”.
In un altro video, sempre sul social, la mamma e Santiago giocano e si scambiano dei baci. Il bambino ride quando Belen gli fa il solletico.

Simona Ventura, che “Selfie” sexy negli scatti di Bruno Oliverio

Un pudico topless, quasi da Lolita, le braccia a coprire il seno nudo, e il volto acqua e sapone di una ragazzina poco più che ventenne e piena di speranze. Così appare Simona Ventura negli scatti che Bruno Oliviero ha tirato fuori dal cassetto dei ricordi delle tante dive immortalate dal suo obiettivo. Era la fine degli anni Ottanta e la giovanissima Simona muoveva i suoi primi passi nel mondo dello showbiz…

c_2_fotogallery_3007308_9_image

“Le dissi che aveva tutte le carte in regola per sfondare, ma che doveva farsi conoscere, entrare nel giro se voleva far televisione…”, racconta il fotografo a Tgcom24 e lei non perse tempo. Nel 1988 il suo debutto televisivo al fianco di Giancarlo Magalli nel programma “Domani sposi”. Fu il suo trampolino di lancio. Non si fermò più. Tanti concorsi di bellezza e tanta televisione da concorrente, da valletta e poi da conduttrice. Voleva fare la giornalista sportiva, come aveva confessato durante un provino, ma il suo grande sogno era condurre qualcosa in tv.
Un sogno che si è avverato molto presto e che continua ad avverarsi ancora oggi. “Selfie”, il nuovo programma con lei al comando, su Canale 5, arrivato alla quarta puntata (la quinta lunedì 19 dicembre) ha registrato finora ottimi ascolti. Poliedrica ed eclettica Simona non si è ancora mai fermata, passando con nonchalance dai talent ai reality e naufragando persino sull’Isola, senza mai dimenticare la sua prima e grande passione, il calcio. Oliviero aveva ragione e immortalandola in quei primi e innocenti scatti da Lolita aveva visto giusto. Le carte per conquistare il mondo dello showbiz c’erano tutte. E lei lo dimostra ancora oggi.