Gwyneth Paltrow, dopo la guida al sesso anale l’ultima follia per curare la depressione

Gwyneth Paltrow continua a stupire con i suoi metodi anti-depressione. Non bastava aver pubblicato, qualche mese fa, una lunga lista dei suoi sex toys preferiti o la guida al sesso anale. Stavolta l’attrice ha usato il suo ‘Goop’, il sito dedicato al lifestyle, alle ricette veg e ai prodotti beauty, per dispensare suggerimenti scientifici sull”earthing’, ossia un metodo che consiste nel camminare a piedi nudi all’aperto, sulla spiaggia o sull’erba per assorbire l’energia ‘pulita’ della Terra.

gwyneth_paltrow_19

Una pratica che secondo l’attrice di ‘Sliding Doors’ servirebbe a curare diversi disturbi, come l’artrite, la depressione, l’insonnia e lo stress. “L’earthing therapy’ – scrive l’attrice 44enne sul suo blog – si basa sul presupposto intuitivo che connettersi con l’energia del pianeta Terra faccia bene all’anima e al corpo. Molte persone nella nostra comunità giurano che la pratica dell’earthing aiuta a curare le infiammazioni e l’artrite, ma anche l’insonnia e la depressione”. L’ex moglie di Chris Martin allega quindi al post alcune domande e risposte a Clint Ober, un leader della filosofia New Age che spiega nei dettagli in cosa consiste e come funziona l’earthing. E mentre molti utenti sul web hanno già bollato i suggerimenti dell’attrice come una ‘follia’, c’è anche chi si dice pronto a mettere i pratica i suoi consigli. Del resto, se è vero, come afferma Ober che l’earthing “migliora l’umore, riduce lo stess e ha un effetto calmante” sulle persone non resta che “togliersi le scarpe e provare” come suggerisce, tra i commenti, qualche utente.

Lady Gaga choc: “Violentata a 19 anni, da allora soffro di un disturbo mentale”

«Devo togliermi il peso di questo segreto, perché per anni non mi ha aiutato con la malattia e mi ha tormentato facendomi vergognare». Inizia così la confessione choc di Lady Gaga, a due anni di distanza da quando, in un’intervista, svelò di essere stata stuprata a 19 anni. A riportarla sia Today.com, sia Usa Today.

landscape-1441287467-hbz-lady-gaga-index-755x490

«Ho una malattia mentale e devo confessarlo, ora lo dico anche ai ragazzi che conosco prima di frequentarli» – ha dichiarato la cantante italo-americana alla trasmissione Today sulla NBC – «Da quando ho subìto quella violenza soffro di stress post-traumatico e questo ha reso la mia vita ancora più complicata. Fu un periodo terribile, ne uscii solo con terapie fisiche e mentali. A salvarmi la vita sono stati la gentilezza dei medici e l’affetto di chi mi circonda».

Justin Bieber e Selena Gomez sposi in gran segreto ai Caraibi

La storia infinita tra Justin Bieber e Selena Gomez sembra essersi arricchita di un nuovo capitolo. Un capitolo al profumo di fiori d’arancio che sarebbe stato scritto in gran segreto: ai Caraibi, infatti, i due divetti della canzone pop mondiale sarebbero convolati a giuste (?) nozze nel corso di una cerimonia riservatissima. A riferirlo è il magazine Celebrity Dirty Laundry, che cita la solita fonte anonima vicina alla nuova vecchia coppia.

2522315634

Priva di riscontri ufficiali, l’indiscrezione della rivista fa seguito alle voci delle settimane scorse sull’ennesimo presunto ritorno di fiamma tra Justin e Selena, insieme, tra alti e bassi, dal 2010 al 2013. Un ritorno di fiamma che si sarebbe consumato durante il recente ricovero in rehab della bella Gomez, ora di nuovo al top, dopo un periodo di forte stress, grazie anche all’aiuto del suo Bieber, innamorato, a quanto pare, come non mai.
La ritrovata intesa tra gli Jelena, il soprannome con cui media e fan chiamavano i due piccioncini all’alba della loro love story, sarebbe stata ben visibile pure durante l’ultima edizione degli American Music Awards. C’è chi giura, infatti, di aver visto scendere qualche lacrima dal viso di Justin al momento della premiazione di Selena, che sul palco della prestigiosa manifestazione è stata nominata migliore artista pop/rock femminile dell’anno e, soprattutto, ha festeggiato il ritorno sulle scene dopo il periodo riabilitativo.
“Avevo tutto, ma dentro di me ero a pezzi – ha affermato, emozionantissima, la ventiquattrenne interprete di Hands to Myself parlando del malessere che l’ha costretta a ricorrere alle cure di una clinica specialistica -. Ho provato per troppo tempo a tenere tutto insieme per non deludervi ma alla fine non ce l’ho più fatta. Se si è a pezzi non bisogna rimanere a pezzi”.