Usa, 17enne tenta il suicidio dopo mesi di sesso con la sua prof: “Mi ha usato”

La sua sorte è appesa a un filo sottilissimo. Jill Lamontagne, 29enne professoressa della Kennebunk High School nel Maine, in Usa, vive ore d’ansia in attesa dell’esito dell’inchiesta aperta su di lei per abusi sessuali su un minorenne da quando un suo studente 17enne, dopo aver tentato di suicidarsi, ha rivelato la lunga relazione a base di sesso che li legava e che lo aveva portato a innamorarsi perdutamente nonostante si sentisse in qualche modo “usato”. Jill, che nel frattempo è stata collocata in congedo dalla scuola e ha ricevuto l’ordine di non avvicinare più in alcun modo lo studente, non si era fatta scrupolo di attirare il ragazzo nella sua rete e di sfruttare ogni occasione per fare sesso in qualunque posto fosse possibile: in macchina, a scuola, persino a casa sua, nonostante fosse sposata e madre di due figli.

jill1-e1498751602865Lei gli raccontava di non avere rapporti sessuali con il marito da due anni, lui si innamorava sempre più, anche se nel frattempo cominciava a sentirsi usato, senza però riuscire a staccarsi da lei proprio perché la amava. Una situazione che alla fine il ragazzo non ha retto più e che lo ha portato a tentare di suicidarsi all’inizio di giugno ingerendo un gran quantitativo di pillole: sperava nel grande amore, invece alla fine la prof aveva scelto la propria famiglia e lui era caduto in depressione. Ora, dopo essere stato salvato per un pelo, e dopo che la madre ha scoperto il suo diario al quale affidava i suoi tormenti, ha vuotato il sacco, dicendo prima di averlo fatto per una ragazza e raccontando poi tutti i dettagli della vicenda, confermando così tutte le voci che da tempo si rincorrevano sul conto del loro amore proibito. Ora la polizia sta indagando sul caso e Jill rischia grosso: il supervisore scolastico Katie Hawes ha informato i media locali che la docente, in servizio da cinque anni, potrebbe essere licenziata se venisse incriminata. Il suo futuro resta appeso a un filo.

Belen balla il tango a Nemicamatissima. La Rete non perdona: “Molto meglio la Cuccarini”

Ieri a Nemica Amatissima è stato il momento di Belen Rodriguez. La showgirl argentina è stata protagonista di un momento canoro e di una prova di ballo, consistente in un tango argentino.  Belen ha sfoggiato una voce che nulla ha da invidiare a una cantante professionista, che i suoi fan conoscono bene.

xSchermata-2016-12-03-alle-22.26.01-740x350.png.pagespeed.ic.l6oWQ4Fy9U

Più problematico è stato il momento ballo, nonostante le origini argentine della Rodriguez, la rete infatti ha apprezzato, per la maggior parte, la maggiore esperienza della Cuccarini. Con commenti del tono seguente: “Lorella per tutta la vita. Nessuna farfallina ma tanta gavetta e talento!!!”.
Non manca, comunque chi ha apprezzato l’apparizione di Belen durante il programma del sabato sera di Raiuno: “Rispecchi perfettamente la Parisi e la Cuccarini. Complimenti sei completa in tutto” è il commento di una fan.

Britney Spears torna allʼantico e con il suo party sexy sbanca in Rete

E’ tornata a suo modo e il pubblico ha subito risposto. E’ Britney Spears che ha lanciato nei giorni scorsi il nuovo singolo “Slumber Party” con il relativo video. Una clip dall’alto tasso erotico dove Britney duetta con Tinashe tra abiti succinti, avvinghiamenti e scene dal sapore fetish. Il risultato è che il video è diventato il numero uno tra le tendenze sia su YouTube negli Stati Uniti che su a livello mondiale su Twitter.

C_2_fotogallery_3006640_5_image

Il video è il secondo estratto dall’album “Glory”, pubblicato a settembre. E sembra fatto apposta per far pace con i fan che erano rimasti molto male dalla pubblicazione del primo video “Make Me”. Infatti una prima versione, super sexy, diretta da David LaChapelle, era stata poi scartata a favore di una seconda decisamente più statica ed edulcorata, con il vivo disappunto dei die hard fan della stellina del pop.

C_2_fotogallery_3006640_1_image

Qui invece tutto sembra tornare al proprio posto, con immagini platinate e sensuali nel solco della miglior tradizione di Britney. Con anche alcune sequenze decisamente di impatto, come quella in cui la cantante cammina a quattro zampe su un tavolo per poi leccare un tavolo di fronte a un uomo in smoking.

Fedez, vacanze di lusso con la youtuber e orologio da 50mila euro

Jet privato, villa con piscina e idromassaggio, bodyguard, orologio da 50mila euro e dediche social. Fedez si gode a Ibiza una vacanza da sogno con la youtuber Greta Menchi, come mostrano gli scatti su Instagram e le foto pubblicate dal settimanale “Chi”. I due si frequentano da poche settimane e tra loro si è instaurata anche un rapporto professionale.

C_2_fotogallery_3004416_2_image

Amore affari vanno di pari passo.Greta è infatti una star del Web e da poco è entrata a fare parte dell’agenzia del rapper (in società con J-Ax) Newtropia.A Fedez infatti piace scoprire e sostenere i giovani talenti della Rete, come è successo con Fabio Rovazzi che con il tormentone dell’estate “Andiamo a comandare” ha scalato le classifiche. Tra la Menchi e il rapper però c’è di più. I due sono inseparabili nella Isla, sono stati avvistati in centro a caccia di Pokemon con i telefonini e sui social non nascondono la passione. Solo flirt estivo?

Graziano Pellè il superbomber: tutti pazzi per la sua fidanzata Viktoria

La maglia azzurra se l’è conquistata a suon di gol all’estero, tra Olanda e Inghilterra. Ora Graziano Pellè, che in serie A non è mai riuscito a sfondare, è diventato uno degli uomini più rappresentativi dell’Italia di Conte.

1798484_varga2 (1)

I suoi gol, tra AZ Alkmaar, Feyenoord e Southampton, sono spesso spettacolari e questo gli ha permesso di scalare le gerarchie azzurre, fino al gol al Belgio di lunedì sera. La rete più bella, però, è Viktoria Varga, la sua fidanzata: la modella ungherese ha convinto davvero tutti grazie alle foto sui social. A differenza di Graziano, ancora molto criticato dai più nostalgici dei grandi centravanti della storia azzurra.

Jennifer Lawrence, la “ghiandaia” attacca: “Le mie foto diffuse in Rete? Disgustoso”

C_4_foto_1221611_imageArriva nei cinema italiani giovedì 20 novembre “Hunger Games: il canto della rivolta – Parte I”, prima parte del capitolo conclusivo della saga ideata da Suzanne Collins. Protagonista ancora una volta è Jennifer Lawrence che ha “Vanity Fair” commenta lo scandalo delle foto rubate di cui è stata vittima la scorsa estate. “E’ il mio corpo – dice – sono io a dover decidere chi possa vederlo nudo. Quello che è successo è disgustoso”.Una saga letteraria che mescola fantasy, gothic, grande fratello e amori adolescenziali. Una saga cinematografica infarcita di effetti speciali e con un cast da grande occasioni (la Lawrence, ma anche Julianne Moore, Liam Hemsworth, Philip Seymour Hoffman, Woody Harrelson, Elizabeth Banks, Jeffrey Wright, Stanley Tucci). Insomma, il nuovo film diretto ancora una volta da Francis Lawrence ha tutte le carte in regole per essere uno dei blockbuster della stagione. E la seconda parte è stata già girata e uscirà nel 2015.
Ma per quanto le avventure dell’eroina Katnis Everdeen, la “ghiandaia imitatrice” che diventa il simbolo della rivolta contro la dittatura di Capitol City, possano essere al centro dell’attenzione di Jennifer Lawrence, per lei resta ancora impossibile dimenticare quanto accaduto qualche mese fa, quando numerose suo foto private, la maggior parte di nudo, sono state rubate da un hacker e diffuse in Rete.
“Non sapevo cosa fare – racconta a Vanity -, il primo pensiero è stato quello di fare un comunicato stampa ma tutto quello che cercavo di scrivere mi faceva piangere o arrabbiare. O persino pensato di scusarmi però non ho davvero nulla di cui scusarmi. Ho avuto per quattro anni una relazione piena di amore, sana, bellissima. Era a distanza e il tuo ragazzo o guarda il porno o guarda te”.
Il problema è che dalla scorsa estate quelle foto sono state guardate da milioni di sconosciuti. “Solo perché sono un personaggio pubblico non significa che abbia chiesto una cosa come questa – continua -. Si tratta del mio corpo, sono io a dover decidere e il fatto che non lo possa fare è disgustoso”. All’epoca Jennifer è stata tra le poche (forse l’unica) a rivolgersi all’Fbi per la vicenda. Anche perché sulla gravità quanto accaduto ha un’opinione ben precisa. “Questo non è uno scandalo – attacca – è un reato sessuale! Chiunque guardi quelle foto sappia che sta perpetrando un reato sessuale. Persino gente che conosco e a cui voglio bene mi ha detto: ‘Ah sì, le foto le ho guardate’. Io non voglio arrabbiarmi ma penso: ‘Non ti ho dato il permesso di guardare il mio corpo nudo!'”.