“Molestate dal Weinstein italiano”, le attrici hanno paura di parlare: “Mi sono girata ed era completamente nudo”

Le Iene tornano sul caso del Harvey Weinstein italiano. Diverse attrici hanno ammesso di essere state molestate da alcuni importanti registi del Belpaese, tra loro Tea Falco e Giorgia Ferrero, ma sono venute a galla altre testimonianze.

C_47_video_12634_upiThumbnail (1)Pare che il Weinstein italiano sia un uomo molto potente, motivo per cui le ragazze hanno paura di parlare e di denunciare. Giada Pladeani ha raccontato la sua esperienza: «Uno mi ha detto: un giorno è venuta qui una famosissima soubrette e mi ha fatto un p….Poi mi ha spinto alla parete e mi ha messo un pezzo di lingua in bocca. Poi mi ha preso e mi ha buttato fuori dal suo ufficio. Mi sentivo una deficiente. Se mi capitasse oggi gli darei un punto in faccia».
Un’altra showgirl nello stesso servizio ricorda: «Un regista storico in Rai, molto potente, una volta mi ha invitato in ufficio per parlare di lavoro e ha provato a baciarmi, ma mi sono sottratta. Non è stato l’unico episodio. Una volta in ascensore, si è avvicinato e mi ha approcciato con un bacio. Mi ha detto che non sapevo come funzionano le cose nel mondo e che avrei potuto approfittare molto di più del fatto che io gli piacevo. Anche perché poi quella scelta ha cambiato in maniera negativa la mia vita e la mia carriera».
Pare che vittime di molestie non siano state solo le attrici, ma anche le segretarie e altre collaboratrici. Sembra che l’uomo sia un violento: «Mi dice: ‘Iniziamo con le interpretazioni’. E subito mi bacia. Io mi scanso, non me l’aspettavo, anche se comunque mi forzava con le mani a baciarlo in bocca. Poi lui mi ha preso così la faccia e mi ha baciata», racconta Francesca che prosegue: «Lui mi viene dietro, mi appoggia il suo… il suo c… nel mio culo e lava i piatti con me”. E poi un’ultima scena da improvvisare. “Lui mi dice ‘Girati’ e io mi giro. Poi mi chiede: ‘Sei pronta?’. Io mi giro e lo vedo completamente nudo. Si era tolto pure i calzini. In quel momento mi è venuto uno choc e non riuscivo a capire se era normale o se era una forma di improvvisazione dei registi. Mi ha spogliata tutta, e mi ha buttata con violenza sopra il letto. Io ho fatto resistenza in un primo momento. In un secondo momento ho detto: ‘Non posso essere così rigida. Se è una scena, lo devo fare. Se voglio fare l’attrice, lo devo fare».

Ludmilla Radchenko, polemica con Barbara D’Urso: “Non mi hanno fatto parlare”

Ospite nel programma di Barbara D’Urso, conlusa la trasmissione, si lascia andare a qualche polemica. Si tratta di Ludmilla Radchenko, ex letterina e moglie della iena Matteo Viviani. I due, insieme alla figlia Eva, sono stati ospitati durante il programma Domenica Live ma una volta finita l’intervista la Radchenko si è lasciata andare a uno sfogo su Instagram.  «Belle emozioni, ma se mi avessero fatto parlare avrebbe avuto forse più senso…mah questa televisione.

1185348_20150808_ludmilla4

Ho fatto bene a buttarmi nell’arte. Nell’arte ho sempre spazio di esprimere la mia, dove la gente non vede solo apparenza e una madre in attesa ma anche una persona che ha combattuto per ottenere il ruolo che ha ora ed una donna forte, indipendente e determinata. Sono proprio felice di non fare parte di quella realtà». L’ex letterina del programma “Passaparola” si è detta dispiaciuta per non aver potuto parlare abbastanza, sottolineando che il motivo per cui ha deciso di allontanarsi dalla tv è proprio nel fatto che non le permettesse di esprimere tutta se stessa come invece desidera e riesce a fare con l’arte.
L’osservazione, comunque, è stata condivida dai follower che avrebbero voluto sentirla parlare più di sé e hanno poi aggiunto i aver notato il suo disappunto già durante l’intervista.