Arrestata Rose McGowan, la prima accusatrice di Weinstein

Arrestata per possesso di droga e poco dopo rilasciata con il pagamento di una cauzione di 5mila dollari. E’ successo il 14 novembre a Rose McGowan, l’attrice che per prima e in maniera più agguerrita, ha denunciato gli abusi del produttore Harvey Weinstein. Il mandato di arresto era stato ottenuto dal dipartimento di polizia dell’autorità aeroportuale di Washington, lo scorso febbraio, dopo che, ad un controllo bagagli dalla donna, era emerso il ritrovamento di tracce di cocaina.

streghe-rose-1024x633La McGowen si è costituita personalmente al dipartimento di polizia di Loundon County in Virginia che si trova sotto la giurisdizione del Dulles International Airport, da cui è partito il mandato di arresto.
La notizia era diventata pubblica lo scorso ottobre, nelle giornate cruciali della vicenda Weinstein e in quell’occasione la McGowan aveva postato su Twitter: “Stanno tentando di farmi stare zitta?”.
L’attrice, accusatrice principale di Harvey Weinstein, ha dichiarato di essere stata violentata dal produttore nel 1997, in un hotel di Park City durante il Sundance Film Festival. Weinstein ha sempre negato che il rapporto non fosse consensuale, ma il Times ha divulgato la notizia di un accordo economico fra i due.
L’attrice in ottobre parlò pubblicamente dell’incidente alla Women’s Convention di Detroit. “Sono stata messa in silenzio per 20 anni – disse in quell’occasione – sono stata minacciata e denigrata, sapete cosa? Sono una di voi”. Qualche giorno dopo, nel pieno dello scandalo Weinstein, il regista Robert Rodriguez dichiarò di aver voluto la McGowan nel suo film “Grindhouse” proprio in seguito al racconto della donna delle violenze subite e, in conseguenza di quella sua decisione, di essere stato ostacolato in ogni modo dall’allora ancora potente Weinstein.

La malattia di Alex Migliorini: la rivelazione del tronista gay di U&D

La malattia di Alex Migliorini: la rivelazione del tronista gay di U&D. Si è seduto da pochi giorni sul trono gay di Uomini e Donne: Alex Migliorini colpisce i fan non solo per la sua bellezza ma anche per il suo vissuto. Il tronista gay sorprende tutti con una rivelazione sulla malattia che lo ha sempre ostacolato nei rapporti con gli altri: ecco da cosa è affetto.

Alex-Migliorini-VitiligineDopo un’estate di attese e anticipazioni, è stato finalmente presentato al pubblico il nuovo tronista gay: si chiama Alex Migliorini, ha 22 anni ed arriva dalla provincia di Verona. Nella vita fa il parrucchiere, ha una grande famiglia che lo sostiene ed ama gli animali, ma ha anche già affrontato esperienze negative che lo hanno segnato.
Il suo coming out è arrivato a 18 anni e all’inizio non è stato semplice, anche se poi tutto si è sistemato: a farlo soffrire ci si è messa poi anche una malattia della pelle, la vitiligine, che lo affligge dall’età di 6 anni.
La vitiligine, un disturbo dermatologico che a causa della mancanza di melanina in alcune zone del corpo comporta la presenza di chiazze più chiare, può essere un problema invalidante per un ragazzo giovane: Alex ne soffre soprattutto sulle mani e nella clip di presentazione ha spiegato di aver molto sofferto per questo motivo in passato, arrivando a covare grandi insicurezze.
Alex ha raccontato infatti che l’imbarazzo per questa malattia lo portava ad evitare di dare la mano alle persone per salutarle e in generale a nascondersi, incrociando le braccia o infilando le mani in tasca: crescendo è diventato più forte ed ha capito che non c’è nulla di cui imbarazzarsi.
Alex ha raccontato poi di essere emotivo, testardo e molto organizzato: a ‘Uomini e donne’ spera di trovare un uomo che lo ami, dal carattere deciso e forte, con il quale condividere la vita e un cane. Nella sua clip di presentazione anche momenti di commozione, quando il papà ha detto davanti alla telecamera di volergli bene: da queste prime immagini ci sentiamo già di dire che sarà un trono ad alto contenuto emotivo!