Miley Cyrus confessa la sua gelosia: fa spiare Liam Hemsworth

La gelosia non fa distinzioni e anche Miley Cyrus ha confessato candidamente di soffrirne. Ospite all’”Howard Stern Show” per presentare il suo nuovo album “Younger Now”, la popstar ha parlato dei suoi problemi quando il fidanzato Liam Hemsworth è impegnato su qualche set per lavoro: “Ho sempre le farfalle nello stomaco quando recita con qualche bella attrice.

maxresdefault (2)Per questo ho le mie piccole spie che gli girano intorno anche se io non ci sono”.
La star e Liam Hemsworth sono tornati insieme lo scorso anno, dopo una lunga separazione. I due avevano iniziato a frequentarsi nel 2009 dopo l’incontro sul set di “The last song”. Ora vivono insieme a Malibu, nella ex casa di Miley, che il fidanzato ha acquistato durante una delle loro tante separazioni.

Jennifer Lawrence, la rivelazione di Hemsworth: “Baciarla è disgustoso, ha un alito orrendo”

Jennifer Lawrence e Liam Hemsworth i sono baciati centinaia di volte durante le riprese del film Hunger Games 3, ma la scena non è proprio piaciuta.

20141118_83779_rs_634x1024_131119183007_634.jennifer_li

Hemsworth, infatti, durante la sua apparizione televisiva al The Tonight Show, si è lasciato andare ad alcune dichiarazioni a cuore aperto, proprio indirizzate alla bellissima Jennifer Lawrence:  “Quando lo si guarda dal fuori sembra tutto perfetto per fortuna. Questa è la grande magia del cinema – ha commentato Liam Hemsworth – Jennifer è una delle mie migliori amiche e le voglio davvero molto bene. Ma se si parla di baciarla posso dire che è un’esperienza al limite con il disgustoso. Inizio a pensare che lo faccia apposta visto che ogni volta che dobbiamo girare una scena romantica lei prima si rimpinza di acciughe, aglio e chissà cos’altro. Ha sempre un alito orrendo.

Jennifer Lawrence, la “ghiandaia” attacca: “Le mie foto diffuse in Rete? Disgustoso”

C_4_foto_1221611_imageArriva nei cinema italiani giovedì 20 novembre “Hunger Games: il canto della rivolta – Parte I”, prima parte del capitolo conclusivo della saga ideata da Suzanne Collins. Protagonista ancora una volta è Jennifer Lawrence che ha “Vanity Fair” commenta lo scandalo delle foto rubate di cui è stata vittima la scorsa estate. “E’ il mio corpo – dice – sono io a dover decidere chi possa vederlo nudo. Quello che è successo è disgustoso”.Una saga letteraria che mescola fantasy, gothic, grande fratello e amori adolescenziali. Una saga cinematografica infarcita di effetti speciali e con un cast da grande occasioni (la Lawrence, ma anche Julianne Moore, Liam Hemsworth, Philip Seymour Hoffman, Woody Harrelson, Elizabeth Banks, Jeffrey Wright, Stanley Tucci). Insomma, il nuovo film diretto ancora una volta da Francis Lawrence ha tutte le carte in regole per essere uno dei blockbuster della stagione. E la seconda parte è stata già girata e uscirà nel 2015.
Ma per quanto le avventure dell’eroina Katnis Everdeen, la “ghiandaia imitatrice” che diventa il simbolo della rivolta contro la dittatura di Capitol City, possano essere al centro dell’attenzione di Jennifer Lawrence, per lei resta ancora impossibile dimenticare quanto accaduto qualche mese fa, quando numerose suo foto private, la maggior parte di nudo, sono state rubate da un hacker e diffuse in Rete.
“Non sapevo cosa fare – racconta a Vanity -, il primo pensiero è stato quello di fare un comunicato stampa ma tutto quello che cercavo di scrivere mi faceva piangere o arrabbiare. O persino pensato di scusarmi però non ho davvero nulla di cui scusarmi. Ho avuto per quattro anni una relazione piena di amore, sana, bellissima. Era a distanza e il tuo ragazzo o guarda il porno o guarda te”.
Il problema è che dalla scorsa estate quelle foto sono state guardate da milioni di sconosciuti. “Solo perché sono un personaggio pubblico non significa che abbia chiesto una cosa come questa – continua -. Si tratta del mio corpo, sono io a dover decidere e il fatto che non lo possa fare è disgustoso”. All’epoca Jennifer è stata tra le poche (forse l’unica) a rivolgersi all’Fbi per la vicenda. Anche perché sulla gravità quanto accaduto ha un’opinione ben precisa. “Questo non è uno scandalo – attacca – è un reato sessuale! Chiunque guardi quelle foto sappia che sta perpetrando un reato sessuale. Persino gente che conosco e a cui voglio bene mi ha detto: ‘Ah sì, le foto le ho guardate’. Io non voglio arrabbiarmi ma penso: ‘Non ti ho dato il permesso di guardare il mio corpo nudo!'”.