Harry e Meghan verso il matrimonio: caccia all’amica che li ha fatti conoscere a un appuntamento al buio

LONDRA – Le nozze tra il principe Harry e l’attrice americana Meghan Markle riempiono le pagine dei giornali di tutto il mondo. L’annuncio del nuovo “royal wedding” in maggio al Castello di Windsor è arrivato due giorni fa e ora è caccia all’amica che ha fatto da Cupido nella storia d’amore.

1511885743152.jpg--principe_harry__e_meghan_markleSull’identità di colei che 16 mesi orsono li ha fatti incontrare in un ‘blind date’ le testate si dividono. Gli interessati ne hanno accennato in un’intervista senza farne il nome: parlando, appunto, semplicemente di “un’amica”. Per il Times in ogni caso non sembrano esserci dubbi. Si tratterebbe della stilista Misha Nonoo, americana come lei, ma buona conoscente anche di lui. E per rendere più suggestiva l’ipotesi la mostra in foto proprio assieme a Meghan.
Il Daily Telegraph (come il Mail) segue tuttavia un’altra pista. E, sia pure con il punto interrogativo, fa il nome di Violet von Westenholz, grande amica di Harry, discendente di una famiglia aristocratica britannica d’origine tedesca e figlia del barone Piers, ex sciatore e intimo del principe Carlo. Anche lei debitamente ritratta sorridente con la Markle. Da sottolineare, infine, come sia in grande evidenza su diversi media del Regno la notizia dell’annuncio ufficiale di ieri che la futura sposa prenderà – non senza passare per le ‘procedure previste’ – la cittadinanza britannica.

El Chapo, ora Sean Penn teme per la sua vita. Sull’incontro spunta anche un dettaglio hot

La vicenda, all’epoca, fece parecchio scalpore e causò addirittura un’indagine a carico di Sean Penn. L’attore, oggi, è convinto che la sua incolumità sia in pericolo per le conseguenze dell’incontro segreto con Joaquin Guzman Loera, detto ‘El Chapo’, potente boss narcotrafficante messicano allora latitante. Quella serie, ‘The day I met El Chapo’ (in italiano ‘Il mio incontro con El Chapo’), in cui l’attore e attivista statunitense è protagonista accanto all’attrice messicana Kate del Castillo, è infatti uscita su Netflix ma i legali ne hanno chiesto ufficialmente una modifica o il ritiro, come riporta anche il Guardian.

sean-penn-el-chapo-kate-del-castillo_24115224Era il 2 ottobre 2015 quando Sean Penn, insieme a Kate Del Castillo, era riuscito a incontrare clandestinamente ‘El Chapo’ mentre il pericoloso boss dei narcos era ricercato dopo essere evaso, tre mesi prima, dal carcere attraverso un tunnel. Le autorità messicane, dopo aver saputo di quell’incontro, lo avevano ufficialmente indagato e avevano preteso di interrogarlo. Poche settimane dopo l’uomo fu avvistato dalla polizia e ferito, ma riuscì a fuggire: la sua latitanza durò ancora qualche mese, fino al gennaio 2016, quando fu arrestato di nuovo.
La nuova serie prodotta da Netflix lascia intendere che una successiva testimonianza di Sean Penn alle autorità statunitensi sia stata decisiva nel consentire di arrestare il boss. L’attore, ora, si sente in pericolo perché teme le ritorsioni di bande vicine a ‘El Chapo’. La sensazione è che si possa giungere ad una vera e propria battaglia legale con i vertici della popolarissima piattaforma di serie tv. I legali di Sean Penn sono stati chiarissimi: «Se dovesse succedere qualcosa, saranno le mani di Netflix quelle sporche di sangue».
Nel frattempo, ci sarebbe un aneddoto decisamente piccante riguardo ai giorni in cui Sean Penn e Kate Del Castillo erano stati impegnati nella realizzazione delle interviste con ‘El Chapo’. A rivelarlo è la stessa attrice messicana a People: «Abbiamo fatto sesso, è stato molto piacevole. Non c’è mai stata alcuna implicazione sentimentale, era solo sesso tra persone adulte e consenzienti».