Guerra aperta tra Fedez e Levante, il rapper attacca: “Fa la buonista ma…”

Non sembra migliorare il clima tra i giudici di XFactor Fedez e Levante. Dopo lo scontro in diretta al quarto Live Show di X Factor11 in cui la cantautrice ha accusato il rapper di esprimere “opinioni da bar”, ancora scintille tra i due giudici. Fedez ha postato un video del day time del talent su Twitter in cui torna ad attaccare Levante.

a3-4“Io dico: perché recitare la parte della buonista che fa fatica ad esprimere delle critiche al tavolo dei giudici – dice nella clip il rapper – quando poi fuori dalla gara uno deve fare le facce schifate perché sente un ragazzo di 19 anni cantare? Quando, anche no, è un po’ poco rispettosa”.
Levante nei giorni scorsi si è invece sfogata su Instagram dopo l’eliminazione di Camille. “Fino alla fine – scrive – ho sperato fosse un brutto sogno, invece no, la realtà ci ha tagliato in mille pezzi… perché oggi sono onestamente a pezzi rispetto a un tavolo che ieri non ha salvato la musica ma ha fatto i propri interessi”.
“Io – continua – ho sempre applaudito dinanzi al bello e continuerò a farlo, che appartenga alla mia squadra o alla squadre degli altri giudici. Quando Morandi ha pronunciato il nome di Rita, ingenuamente ho creduto che le ragazze fossero salve perché Camille meritava di passare il turno (ovvio, sostengo la mia squadra). È un gioco, ma ieri – sottolinea – la musica ha perso in favore di una parte di show che, per quanto mi riguarda, è stata dolorosa: le strategie”.
Poi torna a parlare di Rita: “I fischi contro una ragazza di 20 anni che ha, forse, la colpa di disattendere le aspettative altrui non sono giusti. Non fischiate i politici disonesti, gli assassini, gli evasori, la mancanza di gentilezza… fischiate una ragazza di 20 anni che non ha fatto nulla se non farci sognare quel giorno di settembre per poi non reggere il peso delle nostre aspettative. Stiamo accanto a Rita che ha bisogno di tanto supporto… la gogna mediatica no – conclude Levante -siamo più intelligenti di tutto questo”.

Diele choc: “Io dipendente da eroina, ma la droga non c’entra. Non sono un criminale”

«Sono colpevole», «urlerò la mia colpevolezza con tutte le forze. Non ho scuse, ho sbagliato e devo pagare. Devo pagare quello che decideranno i giudici e se servisse a qualcosa pagherei di tasca mia anche qualunque cosa alla famiglia. Però non sono un criminale. In televisione si parla di me come un assassino drogato: non è così». Così Domenico Diele, l’attore che nella notte tra venerdì e sabato ha tamponato lo scooter di Ilaria Dilillo, morta in seguito all’incidente, in un colloquio raccolto in cella nel carcere di Fuorni (Salerno) dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e riportato oggi dal Corriere della Sera.

attore-Domenico-diele«Io non sono uno che prima si è drogato e poi si è messo a guidare come un pazzo finendo per provocare una tragedia», dice Diele. «Sono dipendente da eroina, questo sì, ma la droga non c’entra con l’incidente. Mi sono distratto con il cellulare. Ho un telefonino che funziona male, c’è un tasto che non va, e io per cercare di fare una telefonata ho abbassato gli occhi». «Non me ne sono nemmeno reso conto subito di quello che era successo. Solo quando sono sceso dall’auto ho visto e ho capito». «Ho soltanto il lavoro, e se da questa vicenda uscirò con la carriera distrutta non avrò più nemmeno quello. È giusto che paghi per quello che ho fatto, ma non che mi si dipinga come un criminale. Quella storia della coca, per esempio, è vecchia di un anno, nemmeno me ne ricordavo più». «Mi sono pure sorpreso quando quella bustina è uscita fuori, stava nel portafogli da una vita. L’altra sera non avevo sniffato niente». «Non avevo il permesso di guidare. Ma l’ho fatto perché mia cugina ci teneva ad avermi al suo matrimonio», «e l’unico modo per esserci era andare e tornare in macchina nella stessa giornata». «Vorrei incontrare il padre di quella donna, inginocchiarmi davanti a lui e ammettere le mie colpe. Ma anche provare a spiegargli che è stato un incidente e non un omicidio».

XFactor nel caos, cambia tutto: Arisa e Alvaro Soler verso l’addio, Cattalen cambia casacca

Manca solo una puntata per conoscere il vincitore di “XFactor”, talent canterino di casa Sky, ma sembra che per la prossima edizione le cose cambieranno molto.

XFactor001©julehering-1000x600

Il tavolo dei giudici infatti sarà molto movimentato, data la parziale uscita di Arisa da una parte e Alvaro Soler dall’altra e anche il conduttore Alssandro Cattelan potrebbe cambiare casacca: “A Milano – si legge su “Oggi” – si mormora che questa sara’ l’ ultima edizione di X-Factor che vedra’ Arisa tra le protagoniste.
Sembra che le intemperanze della cantante lucana non divertano piu’ dirigenza, autori e pubblico. Con Arisa potrebbero lasciare il programma anche Alvaro Soler e il bravo Alessandro Cattelan corteggiatissimo dalla Rai. Chi li sostituira’? Ah, saperlo…”.

Scintille fra i giudici di XFactor, Fedez contro Arisa: “nessuna risposta ai messaggi”

Dopo i famoso post su Facebook in cui si paragonava a Mia Martini, molto si è parlato di Arisa, prossima tornare in veste di giurata nei panni di “XFactor”.

arisa-fedez

E la cantante sembra avere un piccolo problema di comunicazione proprio con un collega del talent di casa Sky, il rapper Fedez: “Arisa (nome d’arte di Rosalba Pippa) collega di “banco” in giuria nella prossima edizione di X Factor del veterano Fedez – si legge su “Chi” –  si chiede come mai il rapper non abbia ancora risposto ai messaggini che gli invia via smartphone”.