Beyoncé e Jay-Z, per i gemelli assunte sei tate da 100mila dollari allʼanno

Beyoncé e Jay-Z genitori “disperati”: dopo la nascita dei due gemelli Rumi e Sir a metà giugno, la situazione a casa è diventata insostenibile. Secondo il magazine americano OK!, che cita una fonte vicina ai due artisti, la coppia “ha assunto sei tate, tre per neonato, con turni lavorativi di otto ore” per coprire l’intero giorno.beyonce-met-gala-2015-ftrAlto il compenso pattuito: per ciascuna tata sono previsti ben 100mila dollari l’anno.
La decisione assunta da Beyoncé e Jay-Z è soprattutto dovuta al fatto che “i gemelli non si addormentano alla stessa ora”: secondo la stessa fonte, per loro è dunque fondamentale che vi siano persone che si occupino di Rumi e Sir anche durante la notte.
L’altra figlia Blue Ivy, di cinque anni, ha già due tate che si dedicano esclusivamente a lei: in totale sono otto le baby-sitter impegnate nella loro abitazione di Los Angeles, che entrano ed escono di casa a ogni ora del giorno.

Morto Paolo Villaggio: l’attore di Fantozzi aveva 84 anni, era malato da tempo

Paolo Villaggio è morto stamattina alle 6. L’attore aveva 84 anni ed era ricoverato dai primi di giugno nella clinica privata Paideia di Roma. L’attore in passato era stato seguito dal policlinico Gemelli di Roma. Per anni è stata una delle ‘bufale’ più gettonate del web, ma ora è tutto tristemente vero: Fantozzi non c’è più.

2540179_21_6824846Ad annunciare la morte di Villaggio è stata la figlia Elisabetta su Facebook dove, su una foto del padre giovanissimo, scrive: «Ciao papà ora sei di nuovo libero di volare». LA COSCIENZA DEGLI ITALIANI Nato a Genova da papà siciliano e mamma Genovese, Paolo Villaggio fu la voce della coscienza degli italiani, che col personaggio di Fantozzi riusciva a raccontare con impareggiabile maestria. Dopo un inizio da cabarettista in giovane età, in cui comunque lavorava in fabbrica (anche se, a dire il vero, i vertici lo scelsero per organizzare le feste aziendali), Villaggio debuttò in teatro e alla radio grazie a Maurizio Costanzo. Da lì, complice il desiderio di rinnovamento della tv di stato, Villaggio scala in fretta i gradini della celebrità: «Quelli della domenica» (dove debuttano il Professor Kranz e il nevrotico Fracchia), «Canzonissima», «Gran Varietà» alla radio. Sono gli ultimi momenti degli anni ’60 che Villaggio fa suoi insieme ad ormai buoni compagni di strada come Enrico Vaime, Cochi e Renato, Gianni Agus, Ric e Gian. Nel ’68 debutta al cinema con il misconosciuto «Eat it!». Ma saranno gli anni ’70 a far passare Villaggio alla storia: prima con l’invenzione letteraria del ragionier Ugo Fantozzi (un travolgente successo in libreria) e poi con la sua versione cinematografica che si concretizza nel 1974 per la regia di Luciano Salce e la produzione Rizzoli. IL SUCCESSO DI FANTOZZI E IL DECLINO Dieci capitoli, tutti indimenticabili: questa la saga del ragioner Fantozzi, il personaggio più conosciuto di Paolo Villaggio. L’attore, però, non aveva rinunciato ad altri impegni nel cinema d’autore, sotto la regia di Mario Monicelli, Pupi Avati e Lina Wertmuller. Gli anni ’90, in qualche modo, segnarono la fine della sua fortuna cinematografica: ne erano un triste indicatore premi come il Leone d’oro alla carriera (il primo mai dato a un comico) del 1992; due anni prima Fellini gli aveva fatto vincere il David di Donatello come miglior attore (ne avrebbe vinto un secondo alla carriera nel 2009); infine ecco il Pardo d’oro di Locarno nel 2000.
Un declino molto sofferto dall’attore, che spiegava: «Stare senza cinema, per me, e spero che nessuno si offenda, è come vivere senza braccia». Uno sfogo condiviso anche dall’amata figlia Elisabetta, che qualche mese fa aveva scritto sui social: «Il cinema italiano lo ha abbandonato, ma mio padre è ancora vivo, anche se non sta al meglio».

Beyoncé ha partorito, sono nati i due gemelli

Nonostante non ci sia ancora nessun annuncio ufficiale diramato dai diretti interessanti, Beyoncé e Jay Z sono diventati genitori di due gemelli. Alcuni media americani hanno iniziato a far circolare la notizia.

et_BeyonceSneeze_1280“E!” ha detto che una donna è stata vista entrare in un ospedale di Los Angeles con due bouquet di fiori e due palloncini, rosa e blu con scritto “Baby Girl” e “Baby Boy”. Attendiamo ulteriori dettagli dalla coppia che ha sempre amato la riservatezza.
Le testate statunitensi non precisano però la data del parto né la data del parto, né il sesso dei neonati. La pop star aveva annunciato la gravidanza lo scorso febbraio con una foto su Instagram. La coppia ha già una figlia, Blue Ivy, 5 anni. I due, lei 35enne, lui 47enne, sono sposati dal 2008.

George Clooney e Amal, nati i gemelli. Ecco i nomi del bimbo e della bimba

LOS ANGELES – È arrivata la cicogna. Amal, la moglie di George Clooney, ha partorito oggi due gemellini. I bimbi si chiamano Ella e Alexander. Il portavoce dell’attore Stan Rosenfield ha reso nota la notizia della nascita stamattina e ha precisato: “Entrambi sono felici, sani e stanno bene”.

blogdilifestyle_af6b0163b7048239f7b8ba216142714dPoi ha aggiunto: “George è tranquillo e dovrebbe riprendersi in pochi giorni”.

UN MASCHIO E UNA FEMMINA Si chiamano Ella e Alexander, i due gemelli, un maschio e una femmina, che Amal Alamuddin ha dato alla luce oggi. George Clooney è diventato per la prima volta papà. L’annuncio in poche righe ufficiali del portavoce del l’attore Stan Rosenfield: «Amal, Ella e Alexander sono felici, sani e stanno bene». Poi ha aggiunto scherzando: «George è sedato e dovrebbe riprendersi in pochi giorni». La vita dell’ex scapolo d’oro di Hollywood, 56 anni, è cambiata completamente da quando nel 2013 l’attore ha incontrato l’avvocato per i diritti umani Amal Alamuddin, 39 anni, bella come una top model. Dopo oltre 20 anni dal primo matrimonio (con l’attrice Talia Balsam) si è risposato e ha celebrato nel 2014 sfarzose nozze a Venezia con ospiti amici illustri come Bono, Matt Damon, Ellen Barkin, Emily Blunt, Bill Murray. Da quel momento inseparabili sui red carpet del cinema – dai Golden Globes al Festival di Cannes – e in eventi istituzionali legati al grande impegno di entrambi per la giustizia. La Alamuddin, nata a Beirut da una famiglia libanese alto borghese, è intervenuta diverse volte all’Onu per cause umanitarie ed è, tra gli altri, legale di vittime dell’Isis, tra cui la giovane Nadia Murad, irachena di origini yazide fuggita dalle torture dell’Isis e ora impegnata contro i genocidi e vincitrice del premio Sakharov 2017.
Lui, tra le ultime apparizioni quella al World Economic Forum di Davos in cui ha presentato il documentario Netflix sui White Helmets, gli eroici caschi bianchi siriani. Insieme, con Amal con il pancione in avanzata gravidanza, si sono mostrati a Parigi a febbraio alla cerimonia dei Cesar, dove George Clooney con tenerezza ha detto: «Non passa giorno in cui non sia orgoglioso di essere tuo marito e penso soprattutto ai prossimi mesi». Durante la gravidanza il sesso dei due gemelli non era stato reso noto. La stessa Amal aveva detto di non volerlo conoscere: «Non so dove venga questa voce che avremo un maschio e una femmina, noi non sappiamo ancora e non vogliamo sapere», aveva detto. La nuova famiglia andrà ad abitare in Inghilterra: nel loro maniero del XVII secolo nell’ Berkshire restaurato e ampliato nei mesi scorsi. E poi ci sono le altre due case: la villa sul Lago di Como in Italia e a Studio City, California. Quella che la stessa star di Ocean’s Eleven aveva definito in un’intervista «una grande avventura» è cominciata.

Andrea Pirlo sarà ancora papà: Valentina è incinta

Andrea Pirlo diventerà ancora papà. La compagna Valentina Baldini, secondo quanto rivela il settimanale Chi, aspetta due gemelli. Il calciatore ex Milan e Juventus ha già due figli Angela e Nicolò, nati dal matrimonio con Deborah Roversi.

C_2_articolo_3053038_upiImagepp

Per Valentina Baldini, invece si tratta della prima gravidanza.
Legata dal 2014 all’ex azzurro, Valentina Baldini è al terzo mese di gravidanza e aspetta due gemelli che dovrebbero nascere all’inizio dell’estate.