Luca Tommassini contro Roshelle ” Le coreografie del nuovo video non sono tue. È scandaloso “

Luca Tommassini, giudice di Dance Dance Dance, ma soprattutto direttore artistico di XFactor si scaglia contro un’artista dell’ultima edizione di XF10: Roshelle.
Pietra dello scandalo l’ultimo video del singolo di Roshelle “What U Do to Me” pubblicato pochi giorni fa in cui però non vengono minimamente menzionati gli autori delle coreografie Filippo Ranaldi e Luca Tommassini.

roshelle-luca-tommassini-650x394“Cara Roshelle – scrive Tommassini su Facebook – mi congratulo con te per questo video… le coreografie sono bellissime!… ma vorrei farti notare che le coreografie non sono tue, sono di Filippo Ranaldi Full e mie… appartengono poi ad X Factor Italia …. sono frutto del lavoro del mio team e della mia direzione artistica. Mi sorprende anche che non ringrazi nessuno per averle utilizzate, nemmeno il bravo Filippo che ha messo su i passi, Peter assistente alle coreografie e tutti i ragazzi che si sono uccisi in sala prove per e con te. In undici edizioni di #xfactor tra quello italiano e spagnolo non mi è mai successa una cosa del genere. Peccato che in italia non siano protette le coreografie dal diritto di autore. È scandaloso perché c’è gente che ci mangia con questo mestiere, ci sopravvive!”
Al momento non c’è stata nessuna risposta nè dalla cantante di Fedez nè dal suo team.

Brad Pitt, archiviata l’inchiesta giudiziaria: “Nessun abuso sui figli”

L’Fbi ha archiviato l’inchiesta avviata nei confronti di Brad Pitt riguardo a presunti abusi verbali e fisici ai danni dei figli.  Con un comunicato, l’agenzia federale ha reso noto che dopo «un’indagine sulle circostanze» è stato deciso di «non sporgere nessuna denuncia» nei confronti dell’attore e di non andare avanti con l’inchiesta.

55d25dcb7b (1)

Le accuse si riferivano ad un incidente avvenuto lo scorso 14 settembre quando, durante un volo a bordo dell’aereo privato della famiglia, Pitt avrebbe dato in escandescenze contro i figli.  La notizia dell’incidente, e della successiva inchiesta, era trapelata poco dopo l’annuncio della decisione di Angelina Jolie di chiedere il divorzio a causa di quelle che venivano definite «differenze inconciliabili» con il marito. Lo scorso 10 novembre anche il dipartimento per la tutela dei minori della città di Los Angeles ha chiuso l’inchiesta sulla vicenda dopo che i due attori avevano accettato un accordo sulla custodia dei sei figli, che sono stati affidati a Jolie, mentre Pitt avrà il diritto a visite.