Mariah Carey, che imbarazzo! Shopping sfrenato a Beverly Hills ma le carte di credito vengono rifiutate

Momenti di bruciante imbarazzo per Maria Carey, che si è vista le sue carte di credito rifiutate per ben quattro volte durante un giro di shopping nell’elegante Rodeo Drive di Beverly Hills.
E’ stato il sito di pettegolezzi Radar Online a raccogliere la ricostruzione che alcuni testimoni e dipendenti delle boutique hanno fatto dell’incidente. La cantante era entrata nella boutique di Louis Vuitton, dove è avvenuto il primo rifiuto delle sue carte. Ha reagito con naturalezza, senza impensierirsi, sostenendo che doveva trattarsi di un errore. Ma il rigetto è avvenuto altre tre volte, e a quel punto i testimoni dicono che Mariah era molto imbarazzata e irritata.

Schermata-2017-03-27-alle-16.02.21-e1490623446250

E’ arrivata la sua assistente, Stella Bulochnikov, che ha risolto i problemi pagando gli acquisti in contante. Ma Mariah si è sfogata, a quanto pare sostenendo che i problemi con le carte di credito erano colpa del suo manager, che evidentemente non aveva eseguito i debiti pagamenti in tempo. La cantante sembra anche convinta che il suo manager non stia facendo abbastanza per vendere i biglietti del suo tour estivo con Lionel Richie. Il tour comincia alla fine di luglio, a Oakland, in California. E’ stato Richie a invitare Carey a unirsi a lui, anche se la presenza della 47enne diva complicherà l’organizzazione: “Mariah porterà con se il suo entourage, ma volevo che si sentisse nel suo elemento. Farà quel che le dive fanno. Immagino che solo per lei ci vorrà un camerino grande come l’intero stadio”. Mariah Carey è una delle cantanti più “vendute” della storia. Negli anni Novanta e nel Duemila ha battuto ogni record. Ma ultimamente i successi sono scarseggiati, mentre le sue abitudini spendaccione non sono affatto diminuite. E anzi pare che siano state la causa del fallimento della relazione con il miliardario australiano James Packer. Per quanto ricco a palate, davanti alle spese pazze della fidanzata, Packer è andato innervosendosi sempre di più. E pur dopo averle regalato un anello di fidanzamento da dieci milioni di dollari (un diamante da 35 carati), e aver programmato nozze da sogno a Bora Bora, con un abito da sposa appositamente disegnato dalla Maison Valentino e valutato intorno ai 250 mila dollari, Packer ha puntato i piedi. Non si sa se sia stato lui o lei a chiudere il rapporto, ma lo scorso ottobre la coppia è scoppiata, e Mariah ha espresso la sua opinione della relazione bruciando l’abito da sposa nel suo ultimo video. Mariah ha anche chiesto all’ex fidanzato di rimborsarla dei sacrifici fatti per lui con un pagamento di 50 milioni di dollari. La diva sostiene infatti che per stargli vicino, lei ha lasciato New York e si è trasferita a Los Angeles, cambiando stile di vita e allontanandosi dagli amici e dalla sua amata città.
Da ottobre, Mariah si è dedicata al suo nuovo programma, un reality dal titolo “Mariah’s World”, e ha trovato un altro boy-toy, il 33enne coreografo Bryan Tanaka.

Tori Spelling sommersa dai debiti, condannata a pagare 200mila euro

Nuovi guai finanziari per Tori Spelling e il marito Dean McDermott, che ultimamente stanno navigando in cattive acque. A quanto riporta il “Daily Mail”, l’ex stellina di “Beverly Hills” è stata condannata a pagare alla City National Bank la somma di 220mila dollari (circa 200mila euro).

22Tori-Spelling-1La coppia nel 2010 aveva contratto un prestito da 400mila dollari, rifiutandosi però in seguito di risarcire buona parte del debito (circa 188mila dollari).
La banca ha quindi trascinato i McDermott in tribunale, anche se loro non si sono mai presentati, accusando inoltre la Spelling di essere andata in rosso di ben 17mila dollari sul suo conto corrente. A tutto questo va aggiunto il debito da 87mila dollari della carta di credito American Express e i 600mila dollari prelevati forzatamente dal suo conto per le tasse non pagate.
Dopo aver superato con difficoltà i tradimenti del marito, ora Tori si trova ad affrontare un altro periodo nero. Nemmeno il consistente patrimonio di famiglia può esserle d’aiuto. Il padre Aaron, produttore multimilionario scomparso nel 2006, le ha infatti lasciato in eredità ‘solo’ 800mila dollari a fronte di un patrimonio stimato intorno ai 600 milioni di dollari. Lei però pare non sembra preoccuparsene e su Instagram continua a documentare la sua vita a cinque stelle, fatta di ristoranti di lusso e vacanze in famiglia.

Marco Baldini, la ex moglie si sfoga in diretta dalla D’Urso: “Mi ha rovinato la vita con i debiti”

Tanta commozione, e soprattutto una giusta dose di comprensibile amarezza, per Stefania Lillo, ex moglie di Marco Baldini.

1415871432_baldini-3

La donna, ospite di Barbara D’Urso a Domenica Live, si è lasciata andare ad un lungo sfogo, mentre l’ex marito, in collegamento con la trasmissione, ascoltava: «Mi sono innamorata follemente di lui, è stato un amore folle. Ma lui ha rovinato tutto con i suoi debiti di gioco. La sua malattia ha rovinato la nostra famiglia e la mia vita». La svolta, per Stefania, arrivò quando Marco le confessò di dover cambiare città per sfuggire ai creditori: «Lì capii che ero vittima di quella situazione. Ho dovuto azzerare la mia vita e vivere una realtà diversa. Dopo che Marco ha tentato il suicidio, ero caduta in depressione, ma sono felice di esserne uscita più forte di prima».

Gigi D’Alessio, ecco tutta la verità sui debiti: “Valeria Marini? Vuole più soldi di quelli che dovrebbe avere…”

“Molti credono che io mi sia alzato una mattina e abbia detto che avrei dovuto cantare quindici anni per saldare i miei debiti. Io non ho mai dichiarato nulla del genere, mai rilasciato un’intervista”.
Gigi D’Alessio a Domenica Live fa chiarezza sulla questione dei debiti balzata sulle pagine di tutti i giornali.

gigi-dalessio-e-valeria-marini-831368

“In quel primo articolo è stata fatta confusione tra debiti e mutui. E poi tutti gli altri sono andati dietro. C’è stata tanta confusione in questa storia”.
Tra i temi affrontati, anche il prestito avuto da Valeria Marini.
“Mi dispiace parlare di Valeria. Ho sempre detto, moralmente ho ragione io, sulle carte ha ragione lei. Poi dipende nella vita uno cosa vuol far valere, la morale o le carte. L’accordo tra noi non si è mai chiuso perché l’avvocato di lei non vuole chiudere, vuole più soldi di quanti ne dovrebbe avere e il mio avvocato dice che non è giusto”.  La motivazione dei debiti sarebbe negli investimenti sbagliati.
“Io dico che solo chi non fa, non commette errori. Volevo fare una cosa che desse lavoro a tremila persone nella mia terra. Artisti e calciatori sono un po’ come carta moschicida, attiriamo quelli che poi, prima o poi, ci vogliono fregare. Poi quando una persona entra a far parte della mia famiglia, io abbasso tutte le difese. Io oggi non posso parlare male, devo aspettare. Intanto, mantengo gli impegni che mi sono assunto. La cosa più importante che devo fare è continuare a fare il mio lavoro e fare cose come quella che farò a capodanno, quando andrò a cantare per i terremotati di Civitanova Marche”.  La conversazione non trascura aspetti più leggeri come la storia d’amore con Anna Tatangelo.
“Come si fa non essere gelosi? – chiede il cantante, guardando una foto della Tatangelo – Ma la gelosia è sentimento, non è una malattia. Il possesso è malattia”.

Pupo e la bigamia: “Ho due mogli. Vi spiego come ho fatto….”

“Faccio  quello che fanno tutti gli uomini, solo che io lo dico. Non tutti gli uomini hanno moglie e amante, ma molti. Io amo due donne, Anna e Patricia”.
Pupo a Domenica Live racconta la sua vita con due donne: moglie e amante, amiche da anni.

pupo-moglie-amante-645

“Non è semplice avere un rapporto così chiaro e così leale con due donne – spiega – Io mi sono innamorato di Anna e l’ho sposata nel 1974. Poi è accaduto che trent’anni fa, è arrivata Patricia, inizialmente è stata una storia clandestina, è durata qualche anno, poi è venuta alla luce. Io ho provato a condividere con loro un rapporto alternativo: non Anna o Patricia, ma Anna e Patricia”.
E il progetto è stato sperimentato, così ancora oggi Pupo si divide tra i suoi amori.
“Con Patricia lavoro, io sono molto in giro per il mondo. Con Anna vivo i momenti a casa. Tra loro un po’ di gelosia ci sarà ma sono molto rispettose. Però non scherziamo, non consiglierei a nessuno di intraprendere questo tipo di strada. È accaduto, ancora siamo insieme, ma non è semplice”.
Non solo amore. Pupo ha ricordato anche i suoi problemi con il gioco d’azzardo.
“Avevo accumulato più di 6 miliardi di debiti per il vizio del gioco e per investimenti sbagliati, oggi sono un uomo più equilibrato e anche più ricco di prima. Ho recuperato tutto e ho ricomprato tutto quello che avevo perso. Io sono la dimostrazione che se ne può uscire”.

Gigi D’Alessio e i debiti, la risposta su Facebook: “Io, crocifisso per un mutuo”

Dopo giorni di silenzio stampa Gigi D’Alessio ha deciso di uscire allo scoperto e commentare la notizia delle sue difficoltà economiche diffusa, in primis, dal ‘Corriere della Sera’. Sulla propria pagina Facebook il cantante napoletano ha pubblicato una lettera apertaal quotidiano fondato da Viollier in cui chiarisce la sua situazione finanziaria.

Gigi, tu vuò fa' l'Americano

“L’ingiusto sciacallaggio mediatico che sto subendo, è dovuto al fatto di essere stato accompagnato in investimenti sbagliati e a mutui contratti con istituto di credito”, ha spiegato D’Alessio, “vorrei ricordare che i mutui vengono erogati solo se c’è l’acquisto di un bene, con lo stesso a garanzia del dovuto. Ma non per questo chiunque lo faccia viene crocefisso come accaduto a me”.  Il cantante ha poi ricordato di aver “creato lavoro per tante persone” con le proprie attività e ha ringraziato tutti coloro che, in questo momento di difficoltà, gli hanno mostrato solidarietà. Infine ha fatto riferimento alla polemica sul suo invito revocato alla Festa dell’Unità di Torino semplicemente porgendo “cordiali saluti” al vicepresidente del Pd torinese Raffaele Bianco.

Gigi d’Alessio nei guai, debiti per 25 milioni: “Canterò altri 15 anni per poterli pagare”

Gigi d’Alessio è nei guai. Il cantante napoletano ha debiti per 25 milioni di euro frutto di un esposto nei confronti delle sue società. “Sono la vittima, non il carnefice. Ora canterà e farò concerti per i prossimi 15 anni solo per pagare”, dice al Corriere della Sera. Per rientrare dei problemi finanziari è già pronto un accordo di rateizzazione per 5mila euro mensili e un acconto da 30mila euro che firmerà la prossima settimana.

8CJGZPWQ5488-kpsH-U1070722605916yYH-1024x576@LaStampa.it

Pignorata inoltre la sua villa in Sardegna e diversi terreni, appartamenti e società di sua proprietà. Tra i rapporti difficili anche quelli con Valeria Marini alla quale deve circa 200mila euro. “Onorerò gli impegni in attesa che qualcun altro (facendo riferimento proprio all’ex marito della Marini Giovanni Cottone, col quale ha tentato di riportare il marchio Lambretta in Italia) onori i suoi nei miei confronti. Perché io sono la vittima e non il carnefice”. Spiega ancora al Corriere della Sera.