Paolo Limiti morto di tumore, il popolare conduttore tv aveva 77 anni

Paolo Limiti è morto stanotte, dopo aver perso la sua battaglia contro il tumore che lo aveva colpito appena un anno fa. Il popolare conduttore televisivo aveva 77 anni. Celebre per le sue trasmissioni in Rai, Paolo Limiti era nato a Milano l’8 maggio 1940 e da circa un anno combatteva contro il male che lo aveva colpito in vacanza ad Alassio. Limiti, oltre che produttore e conduttore televisivo, era anche un noto paroliere, avendo scritto canzoni per Mina.

© Gian Mattia D'Alberto LaPresse 27-06-2012 Milano spettacolo Presentazione trasmissione " E state con noi in tv" nella foto: Paolo Limiti © Gian Mattia D'Alberto LaPresse 27-06-2012 Milano " E state con noi in tv" tv show in the foto: Paolo Limiti

Nella sua lunga carriera televisiva, Paolo Limiti era stato anche autore di ‘Rischiatutto’, la celebre trasmissione condotta da Mike Bongiorno. Subito dopo la morte di Paolo Limiti, Mina scrive questo messaggio struggente
Grande esperto dello showbusiness internazionale, i più giovani lo ricorderanno sicuramente per la relazione con Justine Mattera (i due sono anche stati sposati per due anni, dal 2000 al 2002) o per le comparsate con l’inseparabile pupazzo Floradora, una cagnetta che l’accompagnava spesso in studio.
Un pezzo di storia dello spettacolo italiano che se ne va. Le testimonianze di chi lo ha conosciuto e ha avuto l’opportunità di lavorare con lui indicano chiaramente quanto Paolo Limiti sia stato capace di farsi amare e di lasciare il segno nella memoria, individuale e collettiva.

Diele choc: “Io dipendente da eroina, ma la droga non c’entra. Non sono un criminale”

«Sono colpevole», «urlerò la mia colpevolezza con tutte le forze. Non ho scuse, ho sbagliato e devo pagare. Devo pagare quello che decideranno i giudici e se servisse a qualcosa pagherei di tasca mia anche qualunque cosa alla famiglia. Però non sono un criminale. In televisione si parla di me come un assassino drogato: non è così». Così Domenico Diele, l’attore che nella notte tra venerdì e sabato ha tamponato lo scooter di Ilaria Dilillo, morta in seguito all’incidente, in un colloquio raccolto in cella nel carcere di Fuorni (Salerno) dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e riportato oggi dal Corriere della Sera.

attore-Domenico-diele«Io non sono uno che prima si è drogato e poi si è messo a guidare come un pazzo finendo per provocare una tragedia», dice Diele. «Sono dipendente da eroina, questo sì, ma la droga non c’entra con l’incidente. Mi sono distratto con il cellulare. Ho un telefonino che funziona male, c’è un tasto che non va, e io per cercare di fare una telefonata ho abbassato gli occhi». «Non me ne sono nemmeno reso conto subito di quello che era successo. Solo quando sono sceso dall’auto ho visto e ho capito». «Ho soltanto il lavoro, e se da questa vicenda uscirò con la carriera distrutta non avrò più nemmeno quello. È giusto che paghi per quello che ho fatto, ma non che mi si dipinga come un criminale. Quella storia della coca, per esempio, è vecchia di un anno, nemmeno me ne ricordavo più». «Mi sono pure sorpreso quando quella bustina è uscita fuori, stava nel portafogli da una vita. L’altra sera non avevo sniffato niente». «Non avevo il permesso di guidare. Ma l’ho fatto perché mia cugina ci teneva ad avermi al suo matrimonio», «e l’unico modo per esserci era andare e tornare in macchina nella stessa giornata». «Vorrei incontrare il padre di quella donna, inginocchiarmi davanti a lui e ammettere le mie colpe. Ma anche provare a spiegargli che è stato un incidente e non un omicidio».

Barbara D’Urso scatenata al Gay Village: si racconta e balla

C_2_fotogallery_3080104_11_imageOspite a sorpresa al Gay Village di Roma. Barbara D’Urso è stata protagonista venerdì sera di un intervento tanto inatteso quanto travolgente. Intervistata da Pino Strabioli nell’ambito de “I Racconti di Fantàsia”, insieme a Eva Grimaldi, parlando tanto della sua carriera che dei diritti della comunità Lgbt, un tema a lei molto caro, come dimostrato dal vestito e dagli oracchini arcobaleno. E poi si è scatenata con alcuni ballerini sulle note di “Dolceamaro”, una sua canzone del 1982.

Claudia Galanti, ossessione per Belen Rodriguez: “La vuole emulare, anche per il fidanzato”

Tutte e due sono naufragate (con alterni successi) sull’l’Isola dei Famosi e ora sembra che le “similitudini” fra Belen Rodriguez e Claudia Galanti non siano finite qui.

belen-rodriguez-claudia-galanti-2013-compleanno-alessandra-grillo-instagram-1

Pare infatti che la showgirl argentina sia un vero e proprio modello da seguire, estetico e anche a livello di carriera, per la Galanti che la studierebbe da molto vicino: “Gira voce che Claudia Galanti, 35, consideri Belén Rodriguez il suo punto di riferimento estetico e artistico – fa saper Alberto Dandolo nella rubrica “Ah, saperlo” per “Oggi” – Pare che la showgirl paraguaiana passi intere ore ad analizzare i profili social della Rodriguez, desiderando emulare il suo look, lo stile di vita e persino le creazioni culinarie.
Sembra anche che il sogno di Claudia sia quello di fidanzarsi con uno sportivo giovane e famoso, proprio come Belén. Ammirazione o “ossessione”? Ah, saperlo…”.

Cameriera fa sesso con Orlando Bloom: licenziata. Lui la chiama: “Mi dispiace”

Che Orlando Bloom ami le ‘scappatelle’ è arcinoto: sono tante le donne che sono state tradite dal bell’attore inglese, comprese l’ex moglie Miranda Kerr e l’attuale compagna, Katy Perry. Quello che finora non sapevamo è che il fascino irresistibile di Orlando può avere effetti controproducenti.

viviana-e-orlando-bloom (1)La 22enne Viviana Ross, infatti, lavorava come cameriera in un hotel di lusso dove Orlando Bloom aveva alloggiato durante le anteprime londinesi del nuovo capitolo di ‘Pirati dei Caraibi’. Stando a quanto riportano alcuni media online, gli amici di Viviana hanno raccontato che tra la ragazza e l’attore 40enne la scintilla era scoccata dopo un semplice scambio di sguardi. Invitare e convincere la giovane a seguirlo nella sua stanza, per Bloom, fu un gioco da ragazzi. Quello che Viviana non poteva sapere era quello che l’aspettava la mattina seguente.
Mentre l’attore si era alzato presto per i suoi impegni, Viviana era rimasta a dormire nel letto ma era stata scoperta da un suo superiore. In pochi minuti le fu comunicato il licenziamento in tronco. La storia ha fatto il giro del mondo e ha indotto anche Orlando Bloom a telefonare alla ragazza: «Mi dispiace per quello che è successo». Non tutto il male viene per nuocere, comunque: Viviana da sempre ha la passione per la recitazione e questa improvvisa ventata di popolarità può solo portare grandi benefici alla sua carriera. Il ‘physique du rôle’, come potete vedere anche in queste immagini, non le manca di certo.

Dalila Di Lazzaro a DomenicaLive: “Stuprata a 6 anni, poi le violenze da un milionario”

Dalila Di Lazzaro racconta la vita, la carriera, gli amori e i flirt nel salotto di Barbara D’Urso. A “Domenica Live” ha presentato la sua autobiografia e si è commossa parlando del padre e dello stupro che ha subito quando aveva solo sei anni da parte di un cugino. Altre le violenze subite, una delle quali da un milionario che considerava amico.

foto_dalila_di_lazzaro

Divertenti gli aneddoti sui flirt del passato e di quelli mancanti. “Con Alain Delon – spiega l’attrice – avevo un feeling particolare, mentre mi sono pentita di aver detto di no a Jack Nicholson”. L’attore di “Shining” le aveva detto mentre era in pigiama e fingeva di parlare con i suoi genitali che era molto attratto da lei”. La Di Lazzaro finì con il dormire e basta in sua compagnia.

Miley Cyrus, bad-girl pentita: “Per tutti sarò sempre la ragazza nuda sulla palla”

Il video di “Wrecking Ball”, in cui dondola senza veli su una palla demolitrice, la fece esplodere tre anni fa ma adesso Miley Cyrus è pentita di quella immagine troppo hot. Ospite del programma radiofonico Zach Sang, per promuovere il nuovo singolo “Malibù”, ha infatti confessato: “Una volta che l’hai fatto è per sempre, mi seguirà per tutta la vita.

C_2_fotogallery_3010896_1_image

Resterò sempre la ragazza nuda sulla palla demolitrice, quella che lecca il martello”.
“Wrecking Ball” è diventata una vera e propria ossessione per l’ex bad-girl e “il peggiore incubo è che la suonino al mio funerale”. Nell’ultimo periodo la Cyrus ha preso le distanze dal suo passato trasgressivo.
Ha infatti dichiarato di averla fatta finita con le canne e con l’alcol per rimanere concentrata sulla sua carriera: “Mi piace circondarmi di persone che mi facciano venire voglia di essere migliore. E ho notato che non sono loro quelli stonati”. Anche nella vita privata ha scelto di dedicarsi di più al suo rapporto con Liam Hemsworth che resiste al suo fianco, tra alti e bassi, dal 2009.

JLo è tutta color carne (mutande incluse)

In vent’anni di carriera Jennifer Lopez ha saputo alternare outfit sensuali a creazioni principesche, che solo lei sa sfoggiare con portamento da vera diva. Sicuramente JLo non disdegna mostrare le curve ma quando opta per il mood elegante, batte tutte.

18447540_10155260924235768_8288714755320076955_n (3)

Ora che ha un nuovo amore, il giocatore di baseball Alex Rodriguez, la popstar del Bronx ha deciso di puntare su look romantici con una nota di provocazione.
Sul blue carpet dell’NBC Upfronts a New York, Jennifer Lopez ha incantato tutti con una creazione in satin color cipria di Elie Saab. L’abito con maniche lunghe e scollo incrociato ha uno spacco vertiginoso, che non è riuscito a coprire le parti intime dell’attrice. All’ingresso del teatro infatti, complici l’apertura nel tessuto e una falcata da star, i paparazzi hanno immortalato le mutande di Jennifer Lopez. Lei non si è scomposta per niente, un sorriso appena accennato e via all’evento.

Ilaria D’Amico: “Gigi scaramantico? Ecco cosa fa di mattina presto, quando c’è poca gente”

“Gigi non è scaramantico. Va in chiesa per conto proprio, quando c’è poca gente, la mattina presto, durante la settimana”, Ilaria D’Amico parla della fede e del futuro di Buffon.
Nel giorno della partita Juve-Monaco, la giornalista e conduttrice Sky è intervenuta ai microfoni del programma di Rai Radio 1, “Un giorno da pecora”. E sul portierone ha detto che non ha nessun rito prima di ogni match.

Ilaria-D-Amico-e-Gigi-Buffon_980x571

E sul futuro potrebbe voler chiudere la sua carriera in bellezza, con i prossimi mondiali. La D’Amico, però, ha escluso questa possibilità: “Il tema non si pone, perché gli hanno proprio detto ‘tu sei di nostri, non se ne parla’. Io spero che lui continui a giocare fino a quando si sente di esser un portiere molto abile”.

Johnny Depp “malato” di lusso, non gli bastano due milioni al mese

Nonostante i milioni guadagnati durante la carriera, Johnny Depp potrebbe trovarsi presto con il conto in rosso. Colpa di uno stile di vita extra-lusso a cui il divo non riesce proprio a rinunciare. Una vera patologia secondo i due ex commercialisti Joel e Robert Mandel, della Mandel Company, che in tribunale hanno dichiarato come i due milioni di dollari spesi ogni mese dall’attore non siano più sostenibili per le sue finanze.

C_2_fotogallery_3011438_1_image

Da tempo le spese folli di Depp preoccupavano i libri contabili. Quando i suoi commercialisti glielo fecero presente, qualche mese fa, lui in tutta risposta li licenziò con l’accusa di avergli rubato i soldi. Proprio per questo adesso è in causa con loro e in tribunale i due hanno dichiarato che le mani bucate dell’attore sono conseguenza di una patologia.
Secondo Joel e Robert Mandel, infatti, Depp ha bisogno di essere seguito da un medico. Per vent’anni ha speso circa due milioni al mese, tra aerei privati, vini pregiati, yacht, residenze da sogno (14 in tutto) e persino un castello in Francia. A tutto questo nell’ultimo anno si è aggiunto anche il divorzio da Amber Heard, a cui ha dovuto versare sette milioni di dollari a titolo di risarcimento.