Morto Chester Bennington, il cantante dei Linkin Park si è impiccato in casa

NEW YORK – Chester Bennington, il cantante dei Linkin Park, si è suicidato impiccandosi nella sua abitazione in California. Un suicidio che arriva in quello che sarebbe stato il giorno del 53mo compleanno del suo amico, il cantante Chris Cornell che si è tolto la vita in maggio, impiccandosi. Una morte che lo aveva sconvolto: «Non posso immaginare un mondo senza di lui» aveva detto.

chester_20204804Proprio la moglie di Cornell, Vicky, è una delle prime a commentare la sua morte. «Proprio quando pensavo che il mio cuore non potesse spaccarsi di nuovo.. Ti voglio bene».
A trovare il cadavere di Bennington è stato uno dei suoi collaboratori, giunto nella sua abitazione nelle prime ore della mattinata. Il cantate era solo in casa, con la famiglia fuori città. Le autorità, allertate subito dopo la scoperta, hanno avviato le indagini.
Bennington aveva 41 anni e 6 figli, avuti da due diversi matrimoni. Il cantante aveva avuto per anni problemi di alcol e di abuso di droghe e aveva ammesso in passato di aver considerato il suicidio.
Bennington aveva ringraziato più volte la musica per ‘averlo salvatò: «senza sarei morto. Al 100%» aveva detto in un’intervista a Rock Sound. «Siamo scioccati» afferma Mike Shinoda, uno dei fondatori dei Linkin Park, gruppo che ha venduto 10 milioni di copie dell’album del debutto nel 2000, ‘Hybrid Theory’. Ampio successo di pubblico la band l’ha ottenuto anche con ‘meteorà nel 2003 vendendo 4 milioni di copie.
Il loro lavoro più recente, ‘One More Light’, è stato lanciato in maggio: si è trattato di un album che ha diviso i fan, molti dei quali critici dell’eccessivo pop sposato dal gruppo, anche se ha conquistato la vetta della classifica Billboard 2000. La band era attualmente in tour, e il prossimo concerto era in programma a Mansfield, in Massachusetts.

Romina Carrisi Power: “Ero dipendente da alcol e droghe”

Avere un padre famoso può essere di grande aiuto, ma allo stesso tempo creare non pochi problemi. Lo sa bene Romina Carrisi Power, ultimogenita di Al Bano e Romina, che a “Gente” ha confessato di essere stata dipendente da alcol e droghe in passato. “Fu dopo l’esperienza all’Isola dei Famosi, nel 2005, che iniziai a bere e a fare uso di sostanze stupefacenti”.

romina_carrisi645

“Fu un periodo turbolento e il motivo di quel disagio era la popolarità. La gente mi riconosceva, non per qualcosa che avessi fatto io, ma solo perché ero figlia di qualcun altro”. L’ultimogenita di Al Bano e Romina negli anni è riuscita a ritagliarsi una propria identità, fuori dall’ingombrante ombra dei genitori.
In questi giorni alla galleria d`arte contemporanea di Milano è infatti in mostra la sua rassegna fotografica Stanza. Nelle immagini in bianco e nero Romina appare quasi sempre senza veli: “Ho voluto raccontare il mio periodo buio”. Un pezzo della sua vita che si è lasciata alle spalle, il giorno in cui decise di disintossicarsi a Los Angeles.

Lapo Elkann, ecco chi è la escort transessuale del finto rapimento

Lapo Elkann, il rampollo di casa Agnelli, ha finto il suo sequestro per avere diecimila dollari dalla famiglia ed è stato arrestato con Curtis McKinstry, la escort trans con cui aveva inscenato tutto.
La McKinstry, 29 anni, è stata poi scagionata, mentre l’erede di casa Fiat è stato liberato dopo la consegna di un ordine di comparizione. Dovrà presentarsi davanti a un giudice cittadino i il prossimo 25 di gennaio.

Curtis-McKinstry-lapo-elkann-1_30102414

Come spiega il Messaggero Lapo era finito a casa della escort, nel distretto teatrale di Times Square, subito dopo il suo arrivo a New York e dopo aver fissato un appuntamento telefonico con una donna che avrebbe fatto da tramite. Elkann, infatti, si sarebbe messo alla ricerca di trans su alcuni siti internet e avrebbe così trovato Curtis McKinstry. I due sono finiti nell’appartamento che la transgender ha in un complesso di case popolari dall’altro lato di Manhattan e hanno trascorso due giorni a base di alcol e droga. Qui Lapo ha finito i soldi e ha inscenato il finto sequestro. La famiglia però ha avvertito la polizia.

“Il tuo alito sa di seme maschile”, accusa la fidanzata di averlo tradito in diretta tv

«Il tuo alito odora di sperma», con queste parole un uomo ha attaccato in diretta tv la sua fidanzata accusandola di averlo tradito. La donna sarebbe uscita di casa dicendogli che andava a prendere un kebab, ma sarebbe poi rientrata dopo 7 ore e, a dire del compagno, con un alito che sapeva di liquido seminale.

2103112_tradimento_alito_sperma

Durante lo show di Jeremy Kyle, come riporta il Mirror, il conduttore ha chiesto il motivo di questa convinzione e il suo ospite ha risposto che la sua fidanzata era tornata alle 5 del mattino ubriaca e con un alito che non sapeva solo di alcol, così quando ha chiesto cosa credeva fosse lui ha risposto che era sperma.  Il pubblico in studio è rimasto senza parole, così come la donna che in tutta risposta si è alzata e ha abbandonato la sua postazione. Il compagno, ormai ex, ha aggiunto che il suo atteggiamento era la chiara conferma del tradimento e che era felice di averla persa perché era sicuro che stesse con lui solo per interessi economici.